carrello0

La governance strategica nel paradigma

Autori De Falco Stefano
— CEDAM — Anno 2011
L'Università ha da sempre rivendicato il diritto ad essere legittimata a godere di una autonomia piena, sia dal punto di vista dell'orientamento della ricerca di base, sia dei contenuti da trasmettere e sia dal punto di vista della propria gestione organizzativa.
Se si valuta con un approccio quantitativo l'evoluzione che ha caratterizzato il sistema universitario italiano in questi ultimi decenni, allora i dati numerici rilevano un passaggio da una organizzazione in cui i prodotti della ricerca, (brevetti, pubblicazioni, convenzioni, conto terzi,ecc.) e della didattica (gli studenti, i dottori di ricerca, gli assegnasti di ricerca) erano identificabili come prodotti "artigianali", ad una organizzazione aziendale che lavora sui grandi numeri.
Allora ha senso porsi alcuni interrogativi circa la tipologia di "governance" che una tale organizzazione debba darsi al fine di salvaguardare i caratteri distintivi e peculiari della realtà universitaria ed al contempo al fine di definire e traguardare obiettivi di efficienza legati ad azioni di ottimizzazione delle risorse, di gestione dei processi e di orientamento dell'ultimo livello della filiera della ricerca costituito dalla ricerca industriale.
Nel testo, dopo una panoramica sull'evoluzione dei sistemi di "governance" che nel tempo le università si sono date, vengono analizzate in modo analitico le metodologie possibili per una definizione di strategie possibili per la gestione dell'Università in quello che può definirsi il paradigma dell'Impresa-Università, nel quale sono identificati gli strumenti di valorizzazione e controllo in ambito aziendale e trasposti alla realtà universitaria.
I due cardini su cui verte la sintesi propositiva a valle dell'analisi effettuata, consistono nella valorizzazione dell'approccio metrologico ai fini di una corretta, oggettiva e continua misura delle "performances" dell'azienda-università e nella assunzione dei processi di innovazione quali key-factors della sua governance strategica.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego