Dalla vaghezza del linguaggio alla retorica forense

Dalla vaghezza del linguaggio alla retorica forense

Saggio di logica giuridica

Autori: mostra di più mostra meno

Opzioni di acquisto
Scopri di più Prevendita Non disponibile Disponibile

Omaggio

Descrizione

L’analisi condotta in questo saggio prende le mosse dal celebre paradosso del sorite, esaminando criticamente le principali teorie che sono state sviluppate per fronteggiarlo (nichilismo, realismo, nominalismo, vaghezza ontologica).

Ne emerge una duplicità di modelli alternativi tra loro sul significato di «logica»: il primo propriamente classico, che è possibile ricondurre alla speculazione platonico-aristotelica e al valore fondamentale che essa riconosce al principio di non contraddizione; il secondo moderno, benché già adombrato nella filosofia eleatica e nei suoi sviluppi megarici e stoici. Quest’ultimo modello, che si affida esclusivamente al principio d’identità, sta alla base del razionalismo metodologico.

Una ricostruzione filosofica ad ampio spettro, centrata sui temi della vaghezza del linguaggio e della logica giuridica, ed orientata alla teoria argomentativa retorica.


 

Estratti

In questa sezione puoi consultare e scaricare alcuni estratto del prodotto

Dettagli

Editore

Cedam

Codice

00112149

Tags

Dipartimento di Scienze Giuridiche. Università di Trento

Dettagli

Data di pubblicazione

Editore

ISBN

Codice

Categoria

 

Periodicità

Edizione

ON CLOUD

Impossibile aggiungere il prodotto al carrello
Prodotto aggiunto al carrello