Convincimento giudiziale e ragionevole dubbio

Convincimento giudiziale e ragionevole dubbio

Autori: mostra di più mostra meno

Opzioni di acquisto
Scopri di più Prevendita - Disponibile da Non disponibile Disponibile

Omaggio

Descrizione

Ad oltre dieci anni dalla introduzione nel nostro ordinamento, la clausola dell’“oltre ogni ragionevole dubbio” continua a porre delicati problemi ermeneutici con i quali il giurista e l’operatore del diritto sono chiamati a confrontarsi, anche alla luce di una prassi interpretativa che persevera nel voler quantificare, secondo criteri matematici o addirittura probabilistici, il criterio di giudizio inserito nell’art.533 c.p.p.
Muovendo dalle origini storiche e culturali di una “formula” che, nel delicato equilibrio tra autorità e libertà, assume chiara matrice garantista, gli esiti della ricerca inducono a sostenere che soltanto la massima valorizzare della regola assicura un’autentica protezione della presunzione d’innocenza. E per tale motivo, la clausola dovrebbe operare in ogni momento del procedimento in cui il giudice è chiamato ad esprimere un giudizio sull’imputazione, al fine di restituire alla giurisdizione – se ben dosata – il suo valore di effettiva garanzia.

Estratti

In questa sezione puoi consultare e scaricare alcuni estratti del prodotto

Dettagli

Codice

00235812

Editore

Cedam

Tags

Problemi attuali della giustizia penale. Collana diretta da Angelo Giarda, Giorgio Spangher, Paolo Tonini

Collana

Dettagli

Data di pubblicazione

 

Periodicità

ISBN

Codice

Categoria

Editore

Edizione

ON CLOUD

Impossibile aggiungere il prodotto al carrello
Descrizione
QTA
PREZZO

QTA
PREZZO