carrello0

Crisi d'impresa - Le nuove disposizioni fallimentari e fiscali

A cura di Andreani Giulio
— IL FISCO — Anno 2015

La Guida esamina le rilevanti novità intervenute nel corso del 2015 in tema di crisi di impresa in ambito sia civilistico che fiscale.

Tra le principali modifiche apportate con la mini-riforma della Legge Fallimentare per agevolare la risoluzione della crisi d’impresa si segnalano quelle legate alle proposte concorrenti e al nuovo istituto delle offerte concorrenti dei creditori, ai contratti pendenti, agli accordi di ristrutturazione dei debiti nei casi in cui l’impresa abbia contratto debiti con banche o altri intermediari finanziari in misura prevalente. Un’assoluta novità all’interno della Legge Fallimentare è poi rappresentata dall’introduzione dell’istituto della convenzione di moratoria con intermediari finanziari.

Dopo l’esame della miniriforma della Legge Fallimentare, la Guida esamina le disposizioni che mutano taluni degli effetti fiscali generati dalla crisi d’impresa: dalle rinunce dei soci ai crediti, alla riduzione dei debiti, al regime fiscale delle perdite su crediti vantati sia dalle banche sia da imprese non finanziarie.

Da ultimo, si esaminano le rilevanti modifiche riguardanti il recupero dell’Iva da parte dei creditori di imprese in crisi, introdotte dapprima con il D.Lgs. n. 175/2014 e in questi stessi giorni con la legge di stabilità 2016

STRUTTURA

- Le novità relative alla domanda di concordato preventivo
- Proposte e offerte concorrenti nel concordato preventivo
- I contratti pendenti nel concordato preventivo
- Il ruolo e i compiti del Commissario Giudiziale nel concordato preventivo
- L’adunanza dei creditori e la discussione della proposta di concordato
- Concordato preventivo: liquidazione con cessione dei beni ed esecuzione
- Accordi di ristrutturazione dei debiti e convenzione di moratoria con intermediari finanziari
- Finanziamenti prededucibili
- Caratteristiche e nomina del Curatore fallimentare
- Liquidazione, esecuzione e chiusura del fallimento
- Fattispecie penali in materia di concordato, accordi di ristrutturazione e piani attestati
- Il regime fiscale delle perdite su crediti discendenti da crisi d’impresa
- Rinunce dei soci ai crediti e sopravvenienze da esdebitamento
- Il recupero dell’Iva nelle procedure concorsuali

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego