carrello0

Interessi e usura: profili civilistici

Accreditato dal CNF - 1 credito formativo

Autori Pandolfini Valerio
— IPSOA — Anno 2016

ACCREDITATO PER AVVOCATI!

1 CREDITO FORMATIVO

DOCENTE: Avv. Valerio Pandolfini, avvocato del foro di Milano
DURATA: 1 ORA

PROGRAMMA
Il corso di autoformazione online esamina la tematica relativa alla disciplina civilistica dell’usura e dell’applicabilità di quest’ultima agli interessi moratori. L’analisi è condotta con costante riferimento all’evoluzione normativa e agli orientamenti interpretativi della dottrina e della giurisprudenza. In particolare è una disamina dettagliata dei numerosi problemi applicativi posti dalla disciplina introdotta dalla legge n. 108 del 1996 e che hanno dato luogo ad un vasto contenzioso.

PROGRAMMA MODULO LEZIONE

Argomento 1: La normativa civilistica sull’usura dal Codice civile del 1842 alla Legge n. 108/1996
L’usura nel Codice civile del 1842
L’usura nel Codice civile del 1942
Usura e rescissione per lesione
La formulazione originaria dell'art. 1815 Codice civile
Il rapporto tra le norme civilistiche e l’art. 644 Codice penale: a) le posizioni della dottrina
Il rapporto tra le norme civilistiche e l’art. 644 Codice penale: b) l'orientamento della giurisprudenza
La nuova formulazione dell'art. 1815 Codice civile
Rapporti tra l’art. 1815 Codice civile e la fattispecie penale di usura
L'invalidità della clausola usuraria
L’ambito applicativo dell’art. 1815, 2° comma, Codice civile
Art. 1815, 2° comma, Codice civile e clausole di indicizzazione
Usura e rescissione per lesione: a) il quadro normativo
Usura e rescissione per lesione: b) le tesi della dottrina

Argomento 2: Usura e ius superveniens – L’usura sopravvenuta

Usura e ius superveniens: a) i termini del problema
Usura e ius superveniens: b) i contratti esauriti
Usura e ius superveniens: c) i contratti in corso
Usura e ius superveniens: d) i contratti di credito come contratti di durata
Usura e ius superveniens: e) gli indirizzi della giurisprudenza di merito
Usura e ius superveniens: f) le posizioni della dottrina
La disciplina applicabile ai contratti pendenti: l’orientamento della giurisprudenza di legittimità e dell'ABI
Il problema della c.d. usura sopravvenuta
Le posizioni della dottrina contraria alla rilevanza dell'usura sopravvenuta
Le posizioni della dottrina favorevole alla rilevanza dell'usura sopravvenuta
Le posizioni della giurisprudenza in ordine all'usura sopravvenuta
Il D.L. n. 394/2000: a) la norma sui rapporti in corso
Il D.L. n. 394/2000: b) la norma sui contratti di mutuo
La legittimità costituzionale del D.L. n. 394/2000
La sentenza della Corte costituzionale n. 29/2002
Le problematiche sull’usura sopravvenuta successive al D.L. n. 394/2000
La rilevanza delle ipotesi di usura sopravvenuta del tasso d’interesse: a) la posizione della dottrina
La rilevanza delle ipotesi di usura sopravvenuta del tasso d’interesse: b) l’orientamento della giurisprudenza

Argomento 3: Usura e interessi moratori – Usura e commissione di massimo scoperto

Usura e interessi moratori: a) i termini del problema
Usura e interessi moratori: b) gli orientamenti della dottrina e della giurisprudenza prima del D.L. n. 394/2000
Usura e interessi moratori: c) il D.L. n. 394/2000
Usura e interessi moratori: d) le critiche della dottrina e la posizione dell’ABF
Usura e interessi moratori: e) i problemi dopo il D.L. n. 394/2000
Interessi di mora nelle transazioni commerciali e usura
Usura e commissione di massimo scoperto: a) i termini del problema
Usura e commissione di massimo scoperto: b) la legge n. 2/2009

CREDITI FORMATIVI
Il Corso è stato accreditato dal Consiglio Nazionale Forense e consente di maturare 1 credito formativo.

STRUTTURA DEL CORSO
La lezione ha la durata di circa 60 minuti.

Sono previsti 4 test di autovalutazione intermedia; ciascun test si compone di domande, ciascuna con 3 opzioni di risposta. Per ciascun test di valutazione intermedia, la domanda è estratta a caso e a rotazione da un paniere di 5 domande. I quesiti sono proposti ad intervalli di tempo irregolari, improvvisi e non prevedibili. La risposta deve essere fornita entro 60 secondi dalla formulazione della domanda e ciò viene comunicato all’utente contestualmente alla proposizione della domanda. Nel caso in cui l’utente non risponda entro il termine di 60 secondi dalla proposizione della domanda o risponda in modo errato alla domanda l’argomento corrispondente dovrà essere ripetuto nuovamente dall’utente.

E’ previsto anche un test finale di verifica sull’apprendimento effettivo dei contenuti del corso cui si accede dopo avere superato tutti i test di autovalutazione intermedia. Il questionario di valutazione finale è composto da 5 domande, ciascuna con 3 opzioni di risposta. Il test finale si ritiene superato nel caso di raggiungimento del 80% di risposte esatte (4 su 5). E’ richiesto che le risposte siano fornite entro 3 minuti dalla formulazione del questionario finale.

Ogni utente potrà fruire della lezione anche in più occasioni, completando il percorso davanti al proprio PC, tablet e Smartphone, secondo le proprie esigenze di tempo.

Il corso prevede il rilascio di un attestato di regolare e proficua fruizione, valido ai fini della formazione professionale continua.

COME ACCEDERE AL CORSO
Subito dopo aver effettuato il pagamento, riceverà una eMail con il CODICE DI ATTIVAZIONE e le semplici istruzioni per accedere al corso.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Anatocismo e usura nei mutui bancari
€ 19,00 (-16%) € 16,00
Gli interessi pecuniari
€ 55,00 (-25%) € 41,00
NEXTNext
Attendere prego