carrello0

Il concordato fallimentare

La disciplina nel nuovo diritto concorsuale: da mezzo di cessazione del fallimento a strumento d'investimento

A cura di Pacchi Stefania
— IPSOA — Anno 2008

L’introduzione nella legge fallimentare di nuovi istituti per la soluzione della crisi d’impresa impone un diverso approccio da parte  di tutti i soggetti coinvolti nella crisi, in particolare dei professionisti che assistono l'impresa in difficoltà.
IL CONCORDATO FALLIMENTARE è stato radicalmente innovato dal D.Lgs. n. 5/2006 e, da ultimo, dal correttivo 2007.

Il volume affronta:

- i profili di diritto sostanziale attinenti alla legittimazione, al contenuto della domanda, ai tempi della presentazione
- i profili di diritto processuale attinenti ai poteri del giudice, alla omologazione, alla risoluzione, all’annullamento, alla riapertura del fallimento
- i profili penalistici.

Le indicazioni degli autori permettono di comprendere le varie possibilità che oggi offre il concordato fallimentare: da puro strumento di chiusura del fallimento a strumento di soluzione della crisi d’impresa e mezzo di investimento.

Il taglio dell’opera è stato concepito al fine di dotare gli “operatori del diritto concorsuale” di un supporto pratico-teorico per la corretta applicazione delle norme fallimentari alle imprese in crisi.


STRUTTURA DEL VOLUME

L'opera è suddivisa in 14 capitoli, preceduti da una Premessa introduttiva del curatore.

- I primi capitoli (1-5) percorrono la disciplina dell’introduzione della domanda di concordato e della votazione dei creditori. Vengono affrontate tutte le problematiche relative alla legittimazione, al contenuto della domanda – esaminando le varie possibilità oggi offerte a terzi, creditori e curatore – al tempo della presentazione, alla legittimazione al voto. In particolare, viene affrontata la possibilità di suddividere i creditori in classi e, infine, viene presentata la nuova disciplina del calcolo delle maggioranze.

- I capitoli 6, 7 e 8 sono dedicati all’omologazione affrontando le questioni delle opposizioni, delle impugnazioni al decreto di omologazione, quindi la disciplina degli effetti e dell’esecuzione.

- Nei capitoli  9 e 10 viene trattata con grande analiticità la disciplina della risoluzione, annullamento, per poi passare a trattare nei capitolo 11, 12 e 13 di tutte le questioni in tema di riapertura del fallimento.

Infine il volume contiene anche una attenta analisi dei riflessi penalistici.

L’opera si presenta come unica ed eccezionalmente completa.

Prefazione. - Abbreviazioni. - I: Aspetti generali. - II: La natura giuridica del concordato fallimentare. - III: La proposta. - IV: La deliberazione. - V: Il giudizio di omologazione. - VI: Gli effetti dell'omologazione. - VII: La risoluzione e l'annullamento del concordato. - VIII: La figura dell'assuntore del concordato. - IX: Gli aspetti fiscali del concordato fallimentare. - Indici.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego