carrello0

Credit enhancement

Autori Peruzzi Mario
— IPSOA — Anno 2010

Fare credito è compito del sistema bancario, farlo bene è prerogativa delle banche migliori. Quando però questa funzione – che è il core business dell’attività creditizia – viene esternalizzata (non fa molta differenza se ad agenzie esterne od a quel loro simulacro interno che è la struttura IRB – Internal Rating Based, per le banche che hanno scelto questa opzione), quando insomma la valutazione dell’affi dabilità viene derubricata a mera procedura, si determina una specie di cortocircuito, ove si stempera anche lo stesso primato delle banche migliori. Le imprese, formattate in asettici codici alfanumerici, fanno fatica ad esprimere il loro reale grado di vitalità. Dal canto loro, le banche prigioniere come sono di quella specie di catering creditizio che è il rating, sembrano avviate ad una gestione burocratica del rischio che mette a repentaglio il loro essenziale e basilare radicamento territoriale. L’autore analizza i rischi insiti in questa che giudica essere una deriva della funzione di allocazione del credito, un insensato quanto incomprensibile abbandono delle tecniche valutative che costituivano un patrimonio diffuso ed interiorizzato da gran parte del sistema bancario agli inizi del secolo ed ora irrise con l’infelice appellativo di judgmental. Rivisitando quelle tecniche, l’autore ne allarga i contenuti e mostra quanto ricchi e fecondi possano risultare i rapporti di lavoro tra imprese vitali e banche consapevoli della loro insostituibile funzione creditizia che non può cadere nella trappola delle scorciatoie. Di grande utilità si rivela poi l’introduzione nel quadro valutativo della variabile deontologica messa a confronto con l’attitudine al business. Ne escono inediti profi li imprenditoriali che illuminano, dandogli senso e significato, l’intero universo delle imprese.

STRUTTURA
1. La previsione
2. La valutazione del merito creditizio
3. Attendibilità dei bilanci
4. Principi ocntabili internazionali
5. Basilea 2
6. Credit enhancement
7. Il fair value dell'imprenditore
8. Le risorse umane
9. La comunicazione
10. Capacità innovativa e competitiva dell'azienda
11. Organizzazione e tecnologie informatiche
12. Rete di vendita
13. La governance
14. Copertura dei rischi d'impresa
15. Procedimenti legali in corso
16. La successione generazionale
17. Conclusione
- Appendice: CSR - Corporate social responsibility
- Bibliografia

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego