carrello0

La vendita in sede di espropriazione forzata tra autonomia contrattuale e interessi di rilievo pubblicistico

Autori Murga Fernandez Juan Pablo
— CEDAM — Anno 2015

Uno dei temi più importanti, nel confine non sempre ben definito fra il diritto civile e il diritto processuale civile, è quello della vendita in sede di espropriazione forzata (vendita forzata o giudiziale), partecipe, al contempo, degli aspetti sostanziali e di quelli processuali. A partire da queste premesse, si intende analizzare la controversa natura giuridica della presente figura, da una prospettiva comparata italo-spagnola e avuto riguardo agli elementi strutturali della stessa: sia i suoi elementi soggetti che oggettivi. La carenza di risposte normative ai molteplici problemi sostanziali che suscita la vendita forzata (in particolare in Spagna, ma anche in Italia -sebbene in minor misura-) è ciò che giustifica l'interesse dello studio della sua natura giuridica, dal momento che diventa necessario determinare a quale fattispecie si possa ricondurre a grandi linee l’istituzione in questione. E tutto ciò, centrando lo studio sull’analisi dettagliato degli elementi strutturali della vendita giudiziale: nei soggetti che vi partecipano, così come nell’oggetto che la integra.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
La nuova giurisprudenza civile commentata
€ 265,00 (-50%) € 132,50
Studium Iuris
€ 155,00 (-50%) € 77,50
Danno e Responsabilità
€ 219,00 (-50%) € 109,50
Il Corriere Giuridico
€ 252,00 (-50%) € 126,00
NEXTNext
Attendere prego