carrello0

L'atto Irripetibile

Autori Suraci Leonardo
— CEDAM — Anno 2013

Scrivere sull’atto irripetibile nel processo penale significa trattare un tema delicato e complesso. Delicato perché il concetto chiama in causa un meccanismo che assicura la fruibilità in funzione decisoria di elementi conoscitivi formati per realizzare, nell’ambito del processo, finalità di tipo diverso, certamente importanti e sotto diversi profili incisive ma non rilevanti in relazione alla fase decisoria inerente al merito dell’imputazione. Complesso in quanto le fattispecie processuali incentrate sul fenomeno dell’irripetibilità constano di plurimi elementi dotati specifica rilevanza e fonte di non poche perplessità interpretative. Nel corso degli anni si sono avvicendate impostazioni teoriche diverse, ciascuna delle quali pone in risalto profili – ora normativi, ora fattuali – che nel loro insieme concorrono alla ricostruzione di un concetto tra i più problematici nel contesto di una disciplina processuale ispirata alla scelta legislativa di non predisporre una definizione di irripetibilità che, in qualche modo, orientasse l’opera degli interpreti.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Rivista trimestrale di Diritto penale dell'economia
€ 160,00 +IVA (-50%) € 80,00 +IVA
Rivista di diritto processuale
€ 182,00 +IVA (-50%) € 91,00 +IVA
Studium Iuris
€ 155,00 (-50%) € 77,50
Diritto penale e processo
€ 235,00 +IVA (-50%) € 117,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego