carrello0

I beni immobili culturali di proprietà pubblica: aspetti pubblicistici

Autori Fantin Andrea
— CEDAM — Anno 2008

Il Volume ripercorre la disciplina giuridica dei beni immobili culturali offrendo la soluzione delle varie problematiche operative connesse, oltre che un ampio inquadramento scientifico della materia. L'argomento può interessare l'avvocato ed il notaio.
Più specificamente, con il d.lgs. 22 gennaio 2004 n. 42 (Codice dei Beni culturali e del paesaggio) - recentemente novellato dai d.lgs. 156 e 157 del 2006 - il legislatore è intervenuto profondamente sul regime giuridico dei beni culturali a distanza di soli cinque anni dal T.U. (d.lgs. 490/99).
L’autore, dopo aver analizzato nel dettaglio le diverse categorie di beni culturali di proprietà pubblica e i procedimenti di individuazione delineati dal d.lgs. 42/2004, si concentra sul regime circolatorio di detti beni, evidenziando le diversità tra il regime vigente e le normative precedenti.
La possibilità di alienare, sia “pur a determinate condizioni” parte del patrimonio culturale immobiliare pubblico, ha reso necessario un confronto tra il Codice e le leggi speciali in materia di dismissione dei beni immobili degli enti pubblici (d.l. 351/2001 convertito nella l. 410/2001, d.l. 63/2002 convertito nella l. 112/2002, l. 289 del 2002, l. 296/2006): confronto che ha evidenziato le non poche difficoltà di coordinamento tra le diverse normative.
Terminata l’analisi, l’autore rileva come sia per i beni culturali di proprietà degli enti territoriali sia per i beni culturali degli altri enti pubblici, le tradizionali classificazioni, delineate del codice civile per i beni pubblici, risultino oramai del tutto inadeguate, alla luce delle stesse previsioni normative che da un lato ammettono un “demanio alienabile” e dall’altro consentono ad un soggetto privato (Patrimonio S.p.a.) di essere titolare di beni demaniali.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Urbanistica e appalti
€ 235,00 +IVA (-50%) € 117,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego