carrello0

Bonifica e responsabilità per danno all'ambiente nel diritto amministrativo

Autori Cingano Valentina
— CEDAM — Anno 2013

Il presente lavoro prende in considerazione la disciplina delle bonifiche e quella della responsabilità per danno ambientale nell’ordinamento italiano ed in quello europeo, anche attraverso alcuni spunti tratti da altri ordinamenti giuridici. L’analisi è incentrata sull’inquadramento della disciplina vigente, come contenuta nel codice dell’ambiente, alla luce dell’evoluzione normativa e della teoria generale del diritto amministrativo (e, in particolare, del procedimento amministrativo).

La lettura proposta è frutto di una riflessione critica del quadro normativo, allo scopo di riportare ad unità le due discipline analizzate (bonifica e responsabilità per danno) e di ricostruire un sistema unitario ed efficace di tutela dell’ambiente avverso la contaminazione delle sue matrici. Il presupposto dell’indagine è collocato nell’individuazione della nozione di ambiente e di danno ambientale, della natura giuridica degli oneri di bonifica e della responsabilità per danno. Il successivo stadio dell’analisi mira ad accertare la compatibilità della lettura unitaria proposta con il diritto europeo, per verificare se questa lettura sia efficace ai fini di prevenire e di riparare i danni. Sono messi in rilievo alcuni punti critici della disciplina nazionale, quali un inefficiente uso delle risorse, una faticosa imputazione della responsabilità, un’inaccettabile dilatazione del contenzioso. Si propone di risolverli alla luce del diritto comparato e di alcuni strumenti deflattivi, quali semplificazione degli oneri procedimentali per accertare le responsabilità ed imputare i costi, opportuni coinvolgimenti dei privati, delle associazioni e degli enti locali, garanzia di solvibilità per i soggetti coinvolti, accordi transattivi.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego