carrello0

Condominio

Diritti, obblighi, gestione, tutela processuale e mediazione

Autori De Gioia Valerio
— UTET GIURIDICA — Anno 2010

La disciplina dei rapporti condominiali è da sempre oggetto di particolare attenzione da parte della dottrina e della giurisprudenza, in ragione degli interessi contrapposti sottesi a tale delicata materia, regolata dal legislatore a livello codicistico.

Tale disciplina ha subito una sostanziale evoluzione, come attestato dal costante incremento di obblighi e responsabilità (specie per l’amministratore del condominio) frutto di complesse normative di settore (per tutte, le norme in materia edilizia, di sicurezza degli impianti, di obblighi tributari come sostituto d'imposta e, da ultimo, di privacy) complicate da un’evoluzione giurisprudenziale talora contraddittoria.

Al fine di risolvere ogni singola questione problematica, la trattazione non trascura alcun aspetto, compresi quelli processuali (alla luce del nuovo istituto della mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali introdotto dal d.lgs. 4.3.2010, n. 28) avvalendosi delle indicazioni della dottrina maggiormente accreditata e della giurisprudenza più recente, anche di merito.

La ricca casistica, valorizzata dalle selezionate sentenze che chiudono ogni capitolo, facilita ulteriormente l’assimilazione dei contenuti di discipline connotate da un elevato tecnicismo, rendendo così l’opera indispensabile non solo per lo studioso ma anche per il professionista.

L’indice analitico, dettagliatissimo, è stato predisposto al fine di consentire l’immediata individuazione delle tematiche di interesse.


PIANO DELL’OPERA

 Nozione
 Le parti comuni dell’edificio
 Le innovazioni
 Il regolamento di condominio
 Le tabelle millesimali
 La ripartizione delle spese
 La sopraelevazione
 Il perimento totale o parziale dell’edificio
 L’assemblea dei condomini
 L’amministratore
 Il supercondominio
 Protezione dei dati personali in ambito condominiale
 Profili fiscali

 

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego