Tempo al tempo.

Tempo al tempo.

A proposito del declino della pena carceraria nell'Occidente contemporaneo

Autori: Velo Dalbrenta Daniele mostra di più mostra meno

Data di pubblicazione: 2020

Opzioni di acquisto
Scopri di più Prevendita - Disponibile da Non disponibile Disponibile

Omaggio

Questo prodotto sarà disponibile da 16/11/2020

Descrizione

Disponibile dal 16/11


Nell’Occidente moderno, grossomodo dalla seconda metà del XVI secolo, è venuta emergendo la pena carceraria che si è diffusa per quel suo garantire – all’apparenza – un efficace controllo sociale non disgiunto dalla 'giusta' proporzione nella reazione punitiva e dal rispetto della dignità umana. A tre secoli dall’affermazione della pena carceraria, però, in quello stesso Occidente che ne ha costituito la culla se ne deve constatare il sostanziale fallimento: in prosieguo di tempo ne sono stati infatti revocati in dubbio pressoché tutti i pretesi benefici che ne avevano determinato l’affermazione, e ormai si levano più alte e numerose le voci che ne propugnano il drastico ridimensionamento, o addirittura il deciso abbandono, che non quelle rimaste a suo sostegno – perlomeno così com’è. Pertanto, oggi più che mai sembra legittimo chiedersi se la pena carceraria è destinata a scomparire, se non altro là dove appunto è nata, oppure se anche per essa si sta preparando un nuovo avvenire. Il volume si sofferma su questi aspetti e riflessioni.

Autori / Editori

Estratti

In questa sezione puoi consultare e scaricare alcuni estratti del prodotto

Dettagli

Data di pubblicazione

2020

Supporto

Carta

Carta

264 pagine

ISBN

9788813378202

Codice

00252918

Editore

Cedam

Categoria

Libri

Collana

Dettagli

Data di pubblicazione

Edizione

Versione

Periodicità

ISBN

 

Codice

Categoria

Editore

LA MIA BIBLIOTECA

Serie

Impossibile aggiungere il prodotto al carrello

PREZZO:
Continua lo shopping