Indagini preliminari e garanzie procedurali nel diritto antitrust europeo

Indagini preliminari e garanzie procedurali nel diritto antitrust europeo

Autori: mostra di più mostra meno

Data di pubblicazione: 2012

Opzioni di acquisto
Scopri di più Prevendita Non disponibile Disponibile

Omaggio

Descrizione

La tutela dei diritti fondamentali all’interno dei procedimenti avviati dalla Commissione europea in applicazione delle norme antitrust UE, previste agli articoli 101 e 102 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE), ha rappresentato uno dei maggiori argomenti di scontro, dinanzi ai giudici UE, tra le imprese oggetto di tali procedimenti e la Commissione europea.
Le rivendicazioni da parte delle imprese hanno riguardato sia la fase c.d. pre-contenziosa del procedimento, sia quella propriamente contenziosa, ovverosia posteriore alla notifica alle parti interessate della comunicazione degli addebiti. La dottrina, a questo proposito, risulta divisa tra la posizione assunta dai difensori delle imprese oggetto di indagini, e quella delle autorità preposte al controllo sull’applicazione delle norme antitrust UE e nazionali. Sulla base di tali premesse, l’Autore analizza le problematiche riguardanti l’applicazione di alcune garanzie procedurali previste dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti delle uomo e delle libertà fondamentali (CEDU) e dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE ai poteri investigati della Commissione nella fase delle indagini preliminari, in particolare, attraverso l’analisi parallela della giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea e della Corte europea dei diritti dell’uomo, seguendo la successione temporale delle pronunce dei due organi giurisdizionali, evidenziandone i punti di maggiore attrito ma anche le non poche influenze reciproche.
A questo proposito, i poteri investigativi della Commissione sono analizzati sulla base della tutela di garanzie procedurali quali il principio di non autoincriminazione, il diritto alla libertà e segretezza della corrispondenza tra avvocato e cliente, e il diritto all’inviolabilità del domicilio. Infine, particolare attenzione è dedicata anche al funzionamento della Rete europea delle autorità garanti della concorrenza, strumento operativo che promuove l’efficace attribuzione dei casi tra le varie autorità antitrust operanti nell’UE, e la tutela di importanti principi quale il ne bis in idem. L’analisi svolta dall’Autore tiene naturalmente ormai conto del potere vincolante della Carta dei diritti fondamentali dell’UE e dell’imminente adesione dell’Unione alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

Estratti

In questa sezione puoi consultare e scaricare alcuni estratti del prodotto

Dettagli

Data di pubblicazione

2012

Editore

Cedam

ISBN

9788813332075

Codice

00142516

Categoria

Libri

Carta

Dettagli

Data di pubblicazione

Editore

ISBN

Codice

Categoria

 

Periodicità

Edizione

ON CLOUD

Impossibile aggiungere il prodotto al carrello
Prodotto aggiunto al carrello