Consensualismo e trascrizione

Consensualismo e trascrizione

Autori: mostra di più mostra meno

Data di pubblicazione: 2008

Opzioni di acquisto
Scopri di più Prevendita Non disponibile Disponibile

Omaggio

Descrizione

Se mai verrà alla luce un codice europeo delle obbligazioni e dei contratti, difficilmente esso vorrà regolare il trasferimento della proprietà: la straordinaria ricchezza e diversità dei sistemi nazionali, il collegamento solo eventuale fra contratto e circolazione dei diritti, ma anche il continuo declino delle categorie dogmatiche, varranno probabilmente a sconsigliare l’opera uniformatrice. Un’indubbia anomalìa degli ordinamenti che accolgono il principio consensualistico (art. 1376 c.c.) e al contempo la regola di priorità della trascrizione (art. 2644 c.c.) – esattamente come l’Italia – è data dalla c.d. «doppia alienazione immobiliare»: nel conflitto fra un primo ed un secondo acquirente immobiliare da un medesimo dante causa prevale non già chi abbia per primo contrattato, ma chi abbia per primo trascritto. Ne discende un perdurante dibattito dottrinale e giurisprudenziale sulla ratio delle norme in oggetto, ma anche sui margini di protezione della «vittima», di colui che dopo aver comprato per primo si veda tuttavia anticipato nella trascrizione. Muovendo dalla fattispecie e dalle connesse esigenze di tutela, il volume affronta il tema del conflitto di diritti e ne fa un punto d’osservazione privilegiato per lo studio del contratto, della proprietà e del loro congiungersi nella figura del contratto con effetti reali.

Dettagli

Data di pubblicazione

2008

Editore

Cedam

ISBN

978-88-13-28100-7

Codice

00094701

Tags

Le monografie di Contratto e impresa. Serie diretta da Francesco Galgano

Dettagli

Data di pubblicazione

Editore

ISBN

Codice

Categoria

 

Periodicità

Edizione

ON CLOUD

Impossibile aggiungere il prodotto al carrello
Prodotto aggiunto al carrello