carrello0

La Manovra Monti

IL FISCO — Anno 2012

Il D.L.6 dicembre 2011 n. 201 (c.d. decreto "Salva Italia"), recante disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici, è stato convertito con L. 22 dicembre 2011 n. 214, entrata in vigore in data 28 dicembre 2011; il primo provvedimento del Governo Monti si colloca nell'ambito degli interventi di risanamento già intrapresi dal precedente esecutivo con il varo delle c.d. "manovre correttive".
La presente guida intende esaminare le principali modifiche normative delineate al fine di assicurare maggiori entrate fiscali, nonché le misure relative alla tracciabilità dei flussi finanziari per il contrasto all'evasione fiscale. A tale riguardo, è fissato ad un importo pari o superiore a 1.000,00 euro il limite all'utilizzo del denaro contante, all'emissione di assegni "trasferibili" (o "liberi") e del saldo dei libretti di deposito al portatore.
Non mancano alcune agevolazioni tributarie, tra le quali va segnalata l'introduzione dell'aiuto alla crescita economica (cosiddetto "ACE"), quale incentivo alla capitalizzazione delle imprese.

Più nel dettaglio, il pacchetto prevede, con riferimento alle attività finanziarie oggetto di emersione attraverso le diverse edizioni dello scudo fiscale, un'imposta di bollo speciale annuale del 4 per mille (del 10 e del 13,5 per mille, in via transitoria, per gli anni 2012 e 2013). A tale misura, si affiancano un'imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato e un'imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all'estero dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato.
In tema di imposte indirette, si registra l'introduzione di una nuova imposta di bollo su titoli, strumenti e prodotti finanziari, che va a sostituire il precedente "super bollo" sul deposito titoli, introdotto dal DL 98/2011.

In merito alla fase di accertamento, il presente lavoro affronta le novità riguardanti le comunicazioni delle movimentazioni finanziarie all'Anagrafe tributaria, nonché quelle relative alla tutela penale per l'esercizio dei poteri di controllo, volte a punire ai sensi del Codice penale (e delle leggi speciali in materia) chiunque rilasci dichiarazioni mendaci, formi atti falsi o ne faccia uso nei casi previsti dal DPR 28.12.2000 n. 445.
Da ultimo, con riguardo ai tributi locali, di particolare rilievo è l'istituzione dall'anno 2012 dell'imposta municipale propria (IMU); la nuova imposta sarà applicata in via sperimentale fino al 2014 da parte di tutti i Comuni sul territorio nazionale.

 
ACQUISTA INSIEME
PREVIOUSPrevious
La Manovra Monti + ebook
€ 17,00 +IVA (-40%) € 10,20 +IVA
NEXTNext
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego