carrello0

Storia del diritto e diritto romano: Libri e Riviste

Sorl search: True
62 prodotti trovati
Nuove e vecchie cittadinanze nella società multiculturale contemporanea
Autori: Enrico Ferri
Questo volume riporta gli atti del convegno internazionale di studi promosso all’Università Niccolò Cusano e svoltosi nella sua sede centrale, a Roma il 10 ottobre 2014, dal titolo “Nuove e vecchie cittadinanze nella società multiculturale contemporanea”.
Le questioni di riferimento sono le caratteristiche ed i limiti della nozione e dello status di cittadinanza, che si sono formati in contesti storici e culturali assai distanti da quelli della società contemporanea, con meccanismi di apertura e chiusura che oggi si mostrano poco adatti a governare una realtà caratterizzata dalla globalizzazione e da flussi intercontinentali di popolazione.
Lo status di cittadino mantiene ancora oggi la sua caratteristica di condizione privilegiata ed escludente, di limite e frontiera, ed unicamente all’interno di essa sono realmente tutelati i diritti e le essenziali prerogative individuali, prima fra tutte “il diritto di avere diritti”.
Editore: Cedam
Anno: 2018
€ 28,00
CARTA
Tra liberismo e solidarismo: il lungo percorso scientifico di Ercole Vidari

La scelta di dedicare un saggio monografico ad Ercole Vidari muove dalla volontà di celebrare ancora una volta il valore del giurista. La consapevolezza che solo la biografia rilevante per la comprensione di un’opera è quella che interessa sotto il profilo giuridico ha in seguito orientato la ricerca verso una precisa direzione, quella di dare preponderante, se non quasi esclusiva, valorizzazione agli scritti del docente, del quale sono stati ricordati solo quei dati biografici ritenuti utili per interpretarne il pensiero. Dati, questi ultimi, che si sono ricavati soprattutto dalle fonti conservate presso l’Archivio Storico dell’Università di Pavia, data la dispersione, a quanto risulta, di gran parte dell’archivio di famiglia.

Editore: Cedam
Anno: 2018
€ 29,00
CARTA
Lezioni di Istituzioni di diritto romano
Autori: Masi Antonio

Le lezioni di Istituzioni di diritto romano raccolte in questo volume tracciano un percorso che è finalizzato allo studio di istituti ed aspetti fondamentali per la conoscenza della materia e si snoda attraverso una serie di passaggi che si basano sulle fonti e, in particolare, sulle Istituzioni di Gaio e su quelle di Giustiniano.

Editore: Cedam
Anno: 2017
€ 18,00
CARTA
"Non dovrà essere un'altra Yalta"
Autori: Sara Tavani

Quello dell’Ostpolitik italiana rimane a tutt’oggi un tema controverso e poco esplorato dalla storiografi a nel suo aspetto complessivo, così come nelle sue logiche e negli obiettivi generali. È tuttavia noto come, a partire dalla fine degli anni Cinquanta, l’Italia sia andata recuperando ed approfondendo le sue relazioni tanto con l’Unione Sovietica che con gli altri paesi socialisti europei, sviluppando nel decennio successivo una politica orientale sempre più articolata e coerente. Accanto al fermo sostegno al processo d’integrazione europea, l’Ostpolitik divenne allora una delle vie preferenziali perseguite dal governo di Roma per promuovere, in modo pacifico, la trasformazione delle relazioni inter-europee e il superamento della cortina di ferro. Assumendo una prospettiva sintetica e d’insieme, il volume prende in esame i caratteri salienti di tale politica, mettendone in rilievo i contenuti originali, legati all’assetto internazionale emerso dalla seconda guerra mondiale, ma anche i fattori di spiccata continuità rispetto al passato.

Editore: Cedam
Anno: 2017
€ 22,00
CARTA
Contrarius consensus
Autori: Roberta Marini
Il contrarius consensus nel diritto romano presenta una struttura ed una funzione fondamentalmente diverse rispetto al modello proposto dal diritto attuale.
In diritto romano, il contratto concluso è posto su un piano di realtà di non facile erosione da parte di una successiva e contraria volontà delle parti. In diritto con­temporaneo, una successiva e contraria volontà di porre nel nulla ed estinguere un precedente contratto concluso è stata attratta nello schema del contratto, deter­minando l’inserimento a pieno diritto nell’alveo della categoria contrattuale anche dell’accordo con effetti estintivi.
La complessità di confronto tra le due diverse impostazioni non assume impor­tanza soltanto in chiave di arricchimento delle costruzioni dogmatiche in materia, sia per il diritto romano che per il diritto attuale, ma, altresì, si propone di chiarire i fondamenti ideologici delle due diverse concezioni all’interno del loro proprio contesto storico.
Editore: Cedam
Anno: 2017
€ 23,00
CARTA
Il magistrato al parlamento
All’indomani dell’entrata in vigore dello Statuto albertino al magistrato fu riconosciuto un ruolo, all’interno dell’ordine politico-costituzionale, non limitato a quello di mero operatore del diritto bensì esteso a più vasti ambiti, sicché la sua figura sarebbe stata percepita come crocevia di molteplici interessi, talvolta contrastanti tra di loro.
Nelle diverse fasi storiche di vigenza dello Statuto albertino, invero, vi furono spinte e conseguenti resistenze affinché il magistrato si affrancasse dal controllo della politica, e fosse ridotto, per così dire, a quel ruolo primariamente riconosciuto dalla Costituzione repubblicana del 1948, ossia di titolare della funzione giudiziaria, depositaria privilegiata di uno dei tre poteri dello Stato e per questo assistita da precise guarentigie, funzionali all’eguaglianza dei cittadini di fronte alla legge: in primis indipendenza e imparzialità.
La riflessione che condusse l’Assemblea costituente a decidere per un modello di magistratura che superasse, e al contempo risolvesse, le storture passate affonda le proprie radici negli anni di vigenza dello Statuto albertino, laddove le leggi elettorali e sull’ordinamento giudiziario, a fronte delle scarse guarentigie statutarie, disegnarono la figura del magistrato e la definirono nei suoi rapporti col potere politico.
In tal senso, attraverso la disamina di un profilo circoscritto ai requisiti di eleggibilità al parlamento e, per la sola epoca statutaria, di nomina al Senato regio dei magistrati, si tenterà di riannodare il filo di un dibattito tutt’ora in corso, tra scelte di rottura e altre nel segno della continuità, tra questioni in apparenza risolte e altre assolutamente dimenticate, in un tema classico del diritto costituzionale: “magistratura e politica”.
Esula da questa ricerca una più generale riflessione sulla posizione costituzionale della magistratura in epoca liberale e in epoca repubblicana.
Editore: Cedam
Anno: 2017
€ 29,00
CARTA
L'emersione dei doveri «accessori» nella 'locatio conductio'

La ricerca ha ad oggetto la vicenda formativa dei ‘doveri accessori’ nella locatio conductio romana. Dopo un primo inquadramento del problema dei doveri contrattuali accessori nella storia del diritto privato, necessario per definire l’utilizzabilità della categoria dogmatica nello studio del diritto antico, l’esame dei testi romani mostra un processo distinguibile in due fasi principali. La prima coincide con il periodo che va dai formulari contrattuali riportati da Catone sino alla giurisprudenza serviana, e attesta il ricorso a clausole espresse relative a doveri di protezione, di conservazione e di assistenza. La seconda fase inizia con Labeone e mostra l’impegno dei giuristi a riconoscere l’esistenza di doveri impliciti nella natura del contratto: un sistema che, dopo un iniziale ius controversum, si fissa con l’elaborazione dei principali esponenti della giurisprudenza severiana.

Editore: Cedam
Anno: 2017
€ 46,00
CARTA
Scritti di diritto penale romano - Tomo I
Autori: Venturini Carlo

Le tante pagine raccolte qui e distribuite nelle otto partizioni individuate dallo stesso autore gettano luce non solo sui sistemi di repressione penale pubblica attivi all’interno dell’ordinamento romano, specie nel corso della repubblica e del principato, ma anche sui meccanismi di persecuzione penale privata che vi operavano nel torno di tempo indicato, su talune celebri vicende giudiziarie del passato che ancora destano interesse, tra le quali quella occorsa a Verre, sui rapporti tra retorica e argomentazione visti in chiave evolutiva, su non pochi libri più o meno recenti concernenti questi temi, oggetto di recensioni che si lasciano apprezzare per la completezza della disamina e l’equilibrio della valutazione critica.

Editore: Cedam
Anno: 2015
I più venduti:
PREVIOUSPrevious
Fatturazione elettronica
Editore: il Fisco
Anno: 2018
Versione carta
€ 12,00
Versione eBook
€ 12,00 +IVA
eBook - GDPR in 10 punti
Editore: Ipsoa
Anno: 2018
Versione eBook
€ 14,90 +IVA
Busta paga in pratica
Editore: Ipsoa
Anno: 2018
Versione carta
€ 60,00 (-15%) € 51,00
Versione eBook
€ 42,00 +IVA
Il contenzioso tra le banche e i clienti
Editore: Ipsoa
Anno: 2018
Versione carta
€ 65,00 (-11%) € 58,00
Versione eBook
€ 45,50 +IVA
Analisi dei costi e contabilità industriale
Editore: Ipsoa
Anno: 2018
Versione carta
€ 35,00 (-14%) € 30,00
Versione eBook
€ 24,50 +IVA
IPSOA Quotidiano
Editore: Wolters Kluwer Italia
Anno: 2017
€ 250,00 +IVA (-52%) € 118,80 +IVA
eBook - Come costruire un sistema di gestione privacy?
Editore: Altalex Editore
Anno: 2018
Versione eBook
€ 14,90 +IVA
Società cooperative e consorzi
Editore: Ipsoa
Anno: 2018
Versione carta
€ 65,00 (-11%) € 58,00
Versione eBook
€ 45,50 +IVA
Revisore degli enti locali
Editore: Ipsoa
Anno: 2018
Versione carta
€ 45,00 (-14%) € 38,50
Versione eBook
€ 31,50 +IVA
Formulario del lavoro
Editore: Ipsoa
Anno: 2018
Versione carta
€ 80,00 (-15%) € 68,00
NEXTNext