carrello0

eBook - Terremoti e agibilità delle costruzioni postsisma

Norme e strumenti per i tecnici

Autori Frumento Sara
— WOLTERS KLUWER ITALIA — Anno 2017

Il territorio italiano è soggetto a frequenti episodi sismici, di portata anche molto grave. E’ evidente la necessità di una cultura della prevenzione che esca dall’emergenza.

L'eBook ha la finalità di informare il tecnico in merito alle attività di sopralluogo volte alla valutazione dell'agibilità postsismica delle costruzioni.
E' articolato in quattro capitoli che ripercorrono quanto è stato fatto nell'ultimo ventennio in materia di verifica di agibilità postsismica e quali sono gli strumenti messi a disposizione dei tecnici rilevatori (architetti, geometri ed ingegneri) che, in seguito ad idonea abilitazione, conducono tali verifiche di agibilità.

Nel Capitolo 1 sono elencate e descritte le parole chiave ricorrenti in fase emergenziale ma utili anche in tempo di pace.

Nel Capitolo 2 viene presentata una disamina dei terremoti recenti, dal 1997 ad oggi, che hanno condotto ad importanti interventi quali ad es. l'evoluzione del metodo di sopralluogo, la zonazione sismica dell'intero territorio nazionale, eliminando le aree non sismiche ed un metodo di progettazione sempre più improntato ad un carattere prestazionale dell'opera esistente e nuova. La conoscenza del patrimonio esistente è alla base di un buon intervento di consolidamento, al tempo stesso occorre stabilire una gerarchia prestazionale delle costruzioni distinguendole opportunamente tra rilevanti, strategiche ed ordinarie, sempre e comunque tenendo conto della salvaguardia della vita umana.

Nel Capitolo 3 è condotta una disamina delle normative legate alla gestione dell'emergenza fino ad arrivare al decreto che ha portato alla definizione del Nucleo Tecnico Nazionale e al riconoscimento ufficiale della scheda Aedes, quale strumento di rilievo per l'agibilità postsismica delle costruzioni danneggiate o meno dal terremoto.

Infine, nel Capitolo 4 sono affrontate le descrizioni delle schede corrispondenti alle diverse tipologie di edificio (ordinario, grande luce e monumentale) utilizzate durante le attività di sopralluogo, con la nuova, recentemente introdotta, scheda Fast.

STRUTTURA
INDICE SOMMARIO

1. PAROLE CHIAVE

2. I TERREMOTI RECENTI E I RISPETTIVI PROVVEDIMENTI IN MATERIA EMERGENZIALE

2.1. 1997 Terremoto Umbria Marche
2.2. 31 ottobre 2002 S. Giuliano di Puglia
2.3. 2009 Terremoto de L’Aquila
2.4. 2012 Terremoto in Emilia
2.5. 2016 Terremoto in Italia Centrale

3. RIFERIMENTI NORMATIVI
3.1. Istituzione del Nucleo Tecnico Nazionale (NTN)
3.2. Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2014 “Programma nazionale di soccorso per il rischio sismico”
3.2.1. Piano di emergenza
3.3. Legge 225/1992 “Istituzione nel Servizio Nazionale di Protezione Civile”

4. LE SCHEDE DI RILIEVO
4.1. Classificazione degli edifici
4.2. Scheda Aedes - Edifici ordinari
4.3. Scheda Aedes - Edifici Grandi Luci
4.4. Scheda Fast
4.5. Scheda per il rilievo del danno ai beni culturali – Chiese
4.6. Modello GE1 e GP1

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego