carrello0

Antincendio. Casi pratici di progettazione

Codice di prevenzione incendi - Regole tecniche verticali - Fire Safety Engeneering

Autori Cosi Filippo
— WOLTERS KLUWER ITALIA — Anno 2017

La progettazione della prevenzione incendi si trova in una fase di rinnovamento e transizione. Questo grazie al Codice di Prevenzione Incendi (D.M. 3 agosto 2015) e alle prime RTV (Regole Tecniche Verticali) basate su di esso, che prevedono sia soluzioni prescrittive che prestazionali. Questo primo gruppo di nuove norme costituisce un valido strumento che il progettista antincendio “illuminato” può fin da subito utilizzare per sviluppare un progetto della sicurezza antincendio.

Considerato che il Codice non può ancora essere formalmente adottato per la progettazione di tutte le tipologie di attività, si possono presentare diversi casi:

1. Attività dotate di vecchia RTV e di nuova RTV basata sul Codice (per es. uffici, attività ricettive, autorimesse);
2. Attività dotate di vecchia RTV ma ancora prive di nuova RTV (per es. scuole, locali di pubblico spettacolo, edifici civili, ecc.);
3. Attività prive di vecchia RTV (per es. depositi e stabilimenti industriali).

Le attività di cui al punto 1 (Uffici, Attività ricettive, Autorimesse) sono oggetto delle parti A), B) e C) del presente Manuale e sono analizzate sia con le norme tradizionali che con le nuove RTV, anche con l’ausilio della Fire Safety Engineering. Per le attività di cui al punto 3, è fin da ora possibile applicare le norme generali del Codice, eventualmente adattandole alle specificità della destinazione d’uso. Nella parte D) del presente Ma­nuale è riportata la progettazione completa di un’attività di quest’ultimo tipo, con ampio uso dei metodi dell’Ingegneria Antincendio.

STRUTTURA

PARTE A - Attività Uffici

  1. Premessa
  2. Descrizione generale del progetto
  3. Progettazione ai sensi della regola tecnica allegata al D.M. 22 febbraio 2006
  4. Progettazione ai sensi del Codice di prevenzione incendi
  5. Progettazione con la Fire Safety Engineering

PARTE B - Attività Ricettive

  1. Premessa
  2. Descrizione generale del progetto
  3. Progettazione ai sensi della regola tecnica allegata al D.M. 9 aprile 1994
  4. Progettazione ai sensi del Codice di prevenzione incendi
  5. Progettazione con la Fire Safety Engineering
  6. Verifica dei livelli di sicurezza dell’esodo dell’albergo con la F.S.E.

PARTE C – Autorimesse

  1. Premessa
  2. Descrizione generale del progetto
  3. Progettazione ai sensi della regola tecnica allegata al D.M. 1 febbraio 1986
  4. Progettazione ai sensi del Codice di prevenzione incendi
  5. Applicazione della nuova RTV ad alcuni casi progettuali
  6. Progettazione con la Fire Safety Engineering

PARTE D - Attività non normate (prive di RTV)

  1. Premessa
  2. Progettazione con il Codice di prevenzione incendi e la Fire Safety Engineering
  3. Descrizione generale del progetto
  4. Analisi dello stato di fatto e proposta di interventi migliorativi
  5. Premessa sull’utilizzo di FDS – Fire Dynamics Simulator
  6. Attribuzione dei profili di rischio ai sensi del codice
  7. Reazione al fuoco
  8. Resistenza al fuoco e compartimentazione
  9. Esodo
  10. Gestione della sicurezza
  11. Controllo dell’incendio
  12. Rivelazione ed allarme
  13. Controllo di fumi e calore
  14. Operatività antincendio
  15. Simulazioni con FDS – Impostazioni generali
  16. Simulazioni di dettaglio: analisi del focolaio e dei materiali
  17. Schema costruttivo del modello in FDS
  18. Dettagli del modello in FDS
  19. Interventi integrativi previsti in progetto: SENFC
  20. Interventi integrativi previsti in progetto: impianto di estinzione fisso con idranti UNI 45
  21. Interventi integrativi previsti in progetto: migliorie al sistema di esodo, correlato con il layout dello stoccaggio
  22. Interventi integrativi previsti in progetto: distanze di rispetto tra le aree di deposito e le strutture
  23. Il modello geometrico e le mesh di calcolo
  24. Scelta della curva HRR del focolaio
  25. Analisi delle simulazioni con il Fire Dynamics Simulator. Verifica della sicurezza delle persone
  26. Analisi delle simulazioni con il Fire Dynamics Simulator -Verifica della resistenza al fuoco
  27. Allegato 1. Valutazioni sulla resistenza al fuoco ed il meccanismo di collasso
  28. Allegato 2. Valutazioni sul sistema e le tempistiche dell’esodo
  29. Allegato 3. Programma per l’attuazione del S.G.S.A.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
ISL  Igiene & sicurezza del lavoro
€ 199,00 (-50%) € 99,50
NEXTNext
Attendere prego