carrello0

La certificazione energetica degli edifici

Legislazione nazionale e regionale - Applicazioni e metodologie di calcolo - Competenze e responsabilità - Fiscalità e incentivi

Autori Lavermicocca Domenico
— UTET SCIENZE TECNICHE — Anno 2009

Le linee guida nazionali sulla certificazione energetica pubblicate nel 2009 hanno risolto in parte dubbi della normativa precedente sui metodi da usare per il calcolo dell’indice di prestazione energetica.
L’attestato di qualificazione energetica (AQE) - il cui format è inserito nel provvedimento relativo alle detrazioni del 55% - è valido ora per alcuni interventi edilizi, ma il tecnico deve conoscere in quali casi può essere applicato e in quali no.
Infatti, la normativa di riferimento deve confrontarsi anche  con la legislazione di quelle Regioni che hanno già adottato i c.d. “Piani casa” o che non abbiano ancora legiferato in materia.

Quando e come applicare le linee guida nazionali e la legislazione regionale per nuove costruzioni o per interventi di ristrutturazione?
Quali oneri e responsabilità gravino sui professionisti tecnici (direttori lavori, progettisti, impiantisti) e imprese?
Di quali vantaggi e incentivi possono avvalersi tecnici, committenti e proprietari?

Il volume dà un quadro chiaro della situazione normativa e fornisce dati e risposte per interpretare e risolvere dubbi sulla prima applicazione della certificazione energetica.


PIANO DELL'OPERA

1. ACCORDI INTERNAZIONALI E NORMATIVA EUROPEA
2. DISCIPLINA STATALE
3. AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA
4. PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI E METODOLOGIE DI CALCOLO
5. CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI
6. ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI
7. FUNZIONI DEGLI ENTI TERRITORIALI 
8. RESPONSABILITÀ E SANZIONI
9. ASPETTI URBANISTICI ED EDILIZI
10. ASPETTI PRIVATISTICI
11. INCENTIVI ECONOMICI E FINANZIARI 
12. LEGISLAZIONE REGIONALE

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego