carrello0

Responsabilità per danno all'ambiente e bonifica dei siti contaminati

Autori Prati Luca
— IPSOA INDICITALIA — Anno 2011

Il tema del danno ambientale, unitamente a quello ad esso strettamente connesso della messa in sicurezza, bonifica e ripristino dei siti contaminati, rappresenta una delle questioni più complesse ed al tempo stesso più importanti dell'attuale disciplina giuridica dell'ambiente.
Ciò specialmente dopo la riforma della materia introdotta dal D. Lgs. 152/2006, a sua volta ripetutamente emendato anche nei tempi più recenti. E' del resto ben noto l'impatto economico che comporta sugli operatori industriali l'introduzione del principio comunitario di precauzione e della ripartizione dei costi ambientali in base al principio "chi inquina paga".
Il volume illustra l'evoluzione del concetto di danno ambientale in ambito nazionale e comunitario ed analizza la normativa vigente sia con riferimento alle problematiche risarcitorie che a quelle connesse alle procedure che debbono essere attuate per addivenire alla bonifica dei siti contaminati nel rispetto di quanto stabilito dal Testo Unico dell'ambiente.
Il testo fornisce altresì importanti indicazioni per una corretta ed efficiente gestione delle problematiche ambientali sotto il profilo risarcitorio e ripristinatorio, tanto in ambito amministrativo che giudiziale, anche alla luce della più recente giurisprudenza italiana e comunitaria

STRUTTURA

Capitolo 1 - La nozione legale di ambiente
Capitolo 2 - La responsabilità da danno ambientale
Capitolo 3 - Le azioni di prevenzione e ripristino del danno ambientale
Capitolo 4 - Il risarcimento del danno all'ambiente
Capitolo 5 - La legittimazione ad agire per il risarcimento del danno ambientale
Capitolo 6 - La responsabilità ambientale nella disciplina sulla bonifica dei siti inquinati
Capitolo 7 - Danno ambientale, responsabilità omissiva e responsabilità per custodia
Capitolo 8 - L'abrogazione dell'art. 18 della legge n. 349/1986 e il regime transitorio
Appendice 1 - Schemi e tabelle
Appendice 2 - Massime di giurisprudenza

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego