carrello0

L'Agenzia - Obbligo di non concorrenza dell'agente, durata e scioglimento del contratto, indennità di fine rapporto

Autori Pandolfini Valerio
— IPSOA

ACCREDITATO PER AVVOCATI!
1 CREDITO FORMATIVO

Il corso di autoformazione on line della durata di 1 ora esamina la tematica del contratto di agenzia. L’agenzia viene esaminata in tutti i suoi aspetti, con particolare attenzione ai rilevanti problemi interpretativi ed applicativi degli accordi economici collettivi (AEC). In particolare, in questo modulo vengono analizzati l’obbligo di non concorrenza dell’agente, la durata e lo scioglimento del contratto, l’indennità di fine rapporto.

PROGRAMMA

1. L’obbligo di non concorrenza dell’agente
Divieto di concorrenza dell’agente durante il contratto
Responsabilità dell’agente per concorrenza sleale
Divieto di concorrenza dell’agente dopo la cessazione del contratto
I requisiti del patto di non concorrenza post-contrattuale previsti dall’art. 1751-bis codice civile
L’indennità per il patto di non concorrenza post-contrattuale: a) i criteri di quantificazione
L’indennità per il patto di non concorrenza post-contrattuale: b) modalità di corresponsione
L’indennità per il patto di non concorrenza post-contrattuale: c) la disciplina dell’AEC commercio 2009
Il calcolo dell’indennità per il patto di non concorrenza post-contrattuale secondo l’AEC commercio 2009
Il patto di non concorrenza nella giurisprudenza

2. Durata e scioglimento del contratto
Contratto di agenzia a tempo determinato
Recesso per giusta causa
Risarcimento danni in caso di recesso illegittimo
L’art. 32 L. n. 183/2010 (Collegato lavoro)
Contratto di agenzia a tempo indeterminato
Il preavviso nel recesso ordinario
Il preavviso nell’AEC commercio 2009

3. L’indennità di fine rapporto
L’indennità di fine rapporto: linee generali
L’indennità di fine rapporto: la disciplina precedente alla Direttiva comunitaria
La regolamentazione dell’ indennità di fine rapporto nella Direttiva n. 653
La relazione della Commissione Ce del 23.7.1996
L’attuazione della Direttiva n. 653 in tema di indennità di fine rapporto
L’art. 1751 codice civile
L’onere probatorio dell’agente
I casi in cui l’agente non ha diritto all’indennità di fine rapporto ex art. 2751 codice civile
La determinazione dell’indennità di fine rapporto: a) impostazione del problema
Gli orientamenti giurisprudenziali prima della direttiva Ce
La determinazione dell’indennità di fine rapporto: b) la sentenza della Corte di giustizia Ce 23.3.2006
La determinazione dell’indennità di fine rapporto: c) la giurisprudenza successiva alla sentenza della Corte di giustizia Ce 23.3.2006
L’indennità di fine rapporto nell’AEC commercio 2009: a) il FIRR
L’indennità di fine rapporto nell’AEC commercio 2009: b) l’indennità suppletiva di clientela
L’indennità di fine rapporto nell’AEC commercio 2009: b) l’indennità meritocratica
Le modalità di corresponsione dell’indennità meritocratica nell’AEC commercio 2009

-----------------------------------------------------------

DOCENTI
L’Autore è l’avv. Valerio Pandolfini. L’avv. Pandolfini, laureato magna cum laude in giurisprudenza presso l’Università di Firenze, esercita attività professionale forense dal 1994, dapprima a Firenze e successivamente a Milano, nell’ambito di studi legali internazionali.
Dal 2007 al 2008 è stato legal counsel presso l’ufficio legale di Boehringer Ingelheim Italia.
Attualmente esercita attività di consulenza legale presso il proprio studio legale, con uffici in Milano e Monza.
Autore di vari volumi e articoli sulle principali riviste giuridiche, da vari anni svolge attività di docenza nell’ambito di master, corsi, seminari e convegni, aventi ad oggetto tematiche inerenti le aree sopra indicate. Collabora inoltre stabilmente con l’Università di Milano, nell’ambito della Scuola di specializzazione per le professioni forensi.

A CHI SI RIVOLGE
Avvocati.

MATERIALE DIDATTICO
Slides commentate in formato PDF, clausole contrattuali, esempi di calcolo delle varie indennità, tabelle AEC.

REQUISITI TECNICI
I requisiti minimi di sistema per la consultazione del corso sono:
- PC multimediale Pentium III 733 MHz, RAM 128 MB; S.O Microsoft Windows 2000 o XP;
- I-Explorer 5.5 o superiore, con relativa Java Virtual Machine (Microsoft o Sun);
- Windows Media Player; Scheda audio e casse acustiche;
- Connessione attiva ad Internet, minima di 50 kb/s, abilitata al traffico HTTP.

MODALITA’ DI ACCESSO
Subito dopo aver completato l’acquisto viene inviata una e-mail contenente il CODICE DI ATTIVAZIONE del corso. Per accedere al corso basta collegarsi al sito Ipsoa www.ipsoa.it , autenticarsi con le proprie username e password, cliccare sul bottone eLEARNING presente nella pagina personale e inserire il CODICE DI ATTIVAZIONE nell’apposito box

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Gli interessi pecuniari
€ 55,00 (-25%) € 41,00
NEXTNext
Attendere prego