carrello0

Il regolamento sul tirocinio obbligatorio per l'accesso alla professione di consulente del lavoro

Accreditato per Consulenti del lavoro: 1 cfp (scad. 31/12/2017)

Autori Bravi Bruno
— IPSOA — Anno 2017

Durata: 1 ora

Docente: Bruno Bravi, Consulente del lavoro

Crediti formativi: 1 credito formativo

Accreditato: fino al 31 dicembre 2017

Obiettivi

Il 1° gennaio 2015 è entrato in vigore il nuovo regolamento sul tirocinio obbligatorio per l’accesso alla professione di Consulente del lavoro. Questo seminario si propone come una guida per conoscere passo per passo tutte le regole che è necessario sapere per un corretto svolgimento del periodo di tirocinio. Costituisce un riepilogo utile sia per il Professionista che intende accogliere un tirocinante all’interno del proprio studio, sia per il giovane praticante che intende intraprendere per poter divenire un Consulente del lavoro.

Argomenti trattati

  • Il registro dei praticanti ed i requisiti per l’ammissione
  • Durata del periodo di praticantato
  • Modalità di svolgimento del tirocinio
  • Norme per il professionista
  • Interruzioni del periodo di tirocinio
  • Compimento del tirocinio
  • Azione disciplinare

Svolgimento del corso

La durata complessiva del corso è di circa 60 minuti. Ogni allievo potrà fruire della lezione anche in più occasioni, completando il percorso davanti al proprio PC, tablet e Smartphone (navigazione con browser compatibile), secondo le proprie esigenze di tempo. Il corso prevede un test di verifica finale per il rilascio di un attestato di regolare fruizione.

Fruizione del corso

  • Moduli didattici: sono propedeutici tra loro e non è possibile passare al successivo senza aver completato il precedente. Completato ciascuno modulo didattico è possibile svolgere il test di verifica relativo ad ognuno di essi. Ciascuna ora di lezione viene suddivisa in almeno quattro parti, c.d. “moduli”. Ciascun modulo può avere una diversa durata.
  • Test intermedi: alla fine di ciascun modulo è prevista una domanda di verifica intermedia, a risposta multipla, dopo la quale l’utente potrà accedere al modulo successivo. Poiché il credito formativo non dipende dall’esito positivo di tali domande di verifica intermedia, lo stesso avrà accesso al modulo successivo sia che risponda correttamente sia che risponda in modo errato.
  • Test di verifica finale: al termine dell'ora di lezione è obbligatorio un test di verifica finale contenente almeno 10 (dieci) domande: se l’utente risponde correttamente ad almeno il 60 (sessanta) per cento delle domande proposte ottiene il credito; in caso contrario, può rivedere la lezione rispondendo nuovamente alle domande intermedie e al test di verifica finale.
  • Attestato di partecipazione: solo al completamento dei quattro moduli didattici e al superamento del test di verifica finale l’utente ottiene l’attestato di frequenza al corso che certifica l’acquisizione del credito formativo.
  • Questionario di valutazione: è prevista inoltre la compilazione obbligatoria di un breve questionario di valutazione del corso.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego