carrello0

eBook - Procedure di soluzione della crisi di impresa e disciplina fiscale

Autori AA.VV .
— IPSOA — Anno 2014

La gestione della crisi d’impresa è diventato un argomento molto attuale e sempre più di frequente gli studi dei commercialisti devono confrontarsi con tale problematica.

Il volume, curato dalla Fondazione Centro Studi dell’UNGDCEC ed elaborato da professionisti che, quotidianamente, si confrontano sul campo con i relativi aspetti pratici ed operativi, rappresenta un prezioso contributo di praticità operativa.

Pensato, quindi, da professionisti per i professionisti, il testo mette al centro la figura del Commercialista che, nell’ambito della crisi d’impresa, può essere chiamato a svolgere ruoli e funzioni tra loro diversi:
- consulente aziendale, nella fase “economica”, in cui è chiamato ad analizzare le grandezze fondamentali dei bilanci delle imprese;
- attestatore, nella fase di accesso agli strumenti giuridici, in cui è chiamato ad esaminare il piano predisposto dall’imprenditore per dare un giudizio sulla sua fattibilità;
- ausiliario del giudice, nella fase di gestione delle procedure concorsuali.

STRUTTURA
Capitolo I: LA GESTIONE DELLA CRISI D’IMPRESA E I PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE
1. La gestione della crisi d’impresa e i processi di riorganizzazione aziendale

Capitolo II: LA REDAZIONE DEL BILANCIO DELL’IMPRESA IN CRISI
1. I principi di redazione del bilancio e l’impresa in crisi
2. Le informazioni di cui all’art. 2428 c.c.
3. Ristrutturazione del debito e informativa di bilancio

Capitolo III: LA PREDISPOZIONE DEL PIANO INDUSTRIALE METODOLOGIA E PROSPETTI INFORMATIVI
1. Premessa
2. Struttura e contenuti del piano
2.1. Executive summary
2.2. Presentazione dell’azienda
2.3. Analisi del settore di appartenenze e del posizionamento dell’impresa nel contesto concorrenziale
2.4. Dai storici economici e finanziari
2.5. Descrizione della situazione di crisi ed analisi del management circa le relative cause
2.6. Definizione e obiettivi del Piano industriale
2.7. Presentazione degli interventi da adottare (Action plan)
2.8. Le ipotesi e i dati economici, patrimoniali e finanziari prospettici
2.9. Analisi di sensitività
3. In sintesi: requisiti del piano
4. Case Study

Capitolo IV: LA RISOLUZIONE CONCORDATA DELLA CRISI DI IMPRESA – L’ORDINAMENTO VIGENTE
1. La risoluzione concordata della crisi di impresa -L’ordinamento vigente

Capitolo V: ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI
1. Premessa 5
2. Omologazione dell’accordo ed effetti comuni con il concordato preventivo
3. Crediti prededucibili
4. Accordo di ristrutturazione dei debiti: rilevazioni in contabilità e riflessi sul bilancio di esercizio
4.1. Data della operazione
4.2. Rilevazione degli effetti economici e patrimioniali conseguenti all’accordo di ristrutturazione dei debiti
5. Costi della ristrutturazione dei debiti e riflessi sul bilancio di esercizio
6. Deducibilità delle perdite su crediti nell’accordo di ristrutturazione dei debiti

Capitolo VI: IL CONCORDATO PREVENTIVO
1. Il concordato preventivo: premessa e normativa di riferimento
2. Lo stato di crisi
3. Funzione del concordato preventivo
4. Le principali novità in sintesi
5. Presupposti del concordato preventivo
6. La domanda di concordato “in bianco”
7. Le diverse tipologie di proposta concordataria
8. L’ammissione alla procedura
9. Il commissario giudiziale
10. L’adunanza dei creditori
11. L’omologazione del concordato

Capitolo VII: IL PROFESSIONISTA ATTESTATORE ED I PRINCIPI DI ATTESTAZIONE
1. Premessa
2. I requisiti del professionista attestatore
3. I Principi di attestazione
3.1. Veridicità complessiva dei dati
3.2. Fattibilità del piano

Capitolo VIII: TRANSAZIONE FISCALE
1. Premessa
2. I presupposti
3. L’ambito di applicazione
4. Il procedimento
5. L’adesione alla proposta di transazione fiscale
6. La formalizzazione e gli effetti
7. Transazione fiscale e accordi di ristrutturazione dei debiti: particolarità
8. Caso di studio

Capitolo IX: IL FALLIMENTO
1. La dichiarazione di fallimento
2. Organi della procedura e principali fasi del fallimento
2.1 Effetti del fallimento per il fallito
2.2 Effetti del fallimento per i creditori
2.3 Effetti del fallimento sugli atti pregiudizievoli

Capitolo X: I RAPPORTI DI LAVORO NELLE PROCEDURE CONCORSUALI
1. Premessa
2. La dichiarazione di fallimento: effetti sui rapporti di lavoro pendenti
3. La circolazione dell’impresa fallita ed il raccordo con l’art. 2112 c.c
3.1 L’applicazione integrale delle tutele dell’art. 2112 c.c.
3.2 Le deroghe consentite per le imprese con più di 15 dipendenti
3.3 La retrocessione dell’impresa affittata
4. La responsabilità per il pagamento del T.F.R
5. Le forme del concordato preventivo e la diversificazione degli effetti sui rapporti di lavoro

Capitolo XI: LA FISCALITÀ DELLE PROCEDURE CONCORSUALI
1. La fiscalità delle procedure concorsuali
2. Problematiche interpretative ancora aperte
2.1. Sopravvenienze da falcidia
2.2. Plusvalenze
2.3. Perdite su
2.4. IRAP
2.5. Imposte indirette
2.6. IVA
2.7. Conclusioni

Capitolo XII: IRES E IRAP NEL FALLIMENTO
1. Premessa
2. IRES nel periodo prefallimentare
3. IRES durante il fallimento
4. IRES alla conclusione della procedura fallimentare
5. IRAP e fallimento

Capitolo XIII: LA DISCIPLINA IVA NEL FALLIMENTO
1. Premessa
2. Adempimenti IVA all’apertura della procedura
2.1. Comunicazione di variazione dati IVA
2.2. Modello IVA art. 74-bis 4
2.3. Fatturazione e registrazione operazioni attive e passive
2.4. Dichiarazione IVA relativa all’anno precedente la dichiarazione di fallimento
2.5. Dichiarazione IVA relativa all’anno di fallimento
3. Adempimenti IVA durante la procedura
3.1 Fatturazione e registrazione operazioni attive e passive
3.2 Dichiarazione IVA successiva all’anno di fallimento
4. Adempimenti iva alla chiusura la procedura
4.1 Cessazione attività ai fini IVA
4.2 Dichiarazione IVA finale
4.3 Note di variazione IVA
4.4 Il privilegio sulla rivalsa IVA relativa agli oneri professionali
4.5 Interessi maturati in corso di procedura

Capitolo XIV: TASSAZIONE DI GRUPPO E PROCEDURE CONCORSUALI
1. Premessa
2. Il consolidato fiscale
2.1. Il consolidato fiscale nazionale: lineamenti essenziali
2.2. Consolidato fiscale e fallimento
2.3. Consolidato fiscale e concordato preventivo
3. La trasparenza fiscale
3.1. La grande trasparenza fiscale: lineamenti generali
3.2. Assoggettamento a procedure concorsuali della partecipata
3.3. Assoggettamento a procedure concorsuali della partecipante
4. La liquidazione IVA di gruppo
4.1. La liquidazione IVA di gruppo: lineamenti generali
4.2. Liquidazione IVA di gruppo e procedure concorsuali

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego