carrello0

eBook - IVA 2014: novità e dichiarazione annuale

Autori Cerato Sandro, Bana Michele
— IPSOA — Anno 2014

Il modello della dichiarazione Iva 2014 deve essere utilizzato sia dai contribuenti tenuti alla presentazione di tale dichiarazione in via autonoma, sia dai contribuenti obbligati a comprendere la dichiarazione annuale Iva nel modello Unico 2014.

La Legge 27 dicembre 2013, n. 147 (c.d. Legge di Stabilità 2014) ha apportato modifiche alla normativa riguardante l’Iva destinate ad avere un impatto rilevante, come nel caso dell’introduzione della c.d. web tax, che interesserà, a partire dal 1° luglio 2014, gli acquisti di pubblicità online, spazi pubblicitari e link sponsorizzati. La norma non si presenta di facile attuazione anche per i riflessi che esercita a livello economico e commerciale transnazionale, e necessiterà evidentemente di coordinamento e chiarimenti ai fini della sua concreta attuazione.

La Legge di Stabilità 2014 ha, inoltre, modificato le disposizioni riguardanti l’imposizione diretta e le norme relative al transfer pricing, imponendo alle società che operano nel settore della raccolta di pubblicità on-line e dei servizi ad essa ausiliari, l’adozione di indicatori “di profitto diversi da quelli applicabili ai costi sostenuti per lo svolgimento della propria attività”.

STRUTTURA

CAPITOLO 1
DICHIARAZIONE ANNUALE IVA E NOVITÀ
1.1 Premessa
1.2 Presentazione della dichiarazione
1.3 Prestazioni di servizi
1.4 Quadri della dichiarazione
1.5 Novità della Legge di Stabilità 2014
1.5.1. Web tax
1.5.2. Aliquota Iva delle prestazioni rese da cooperative sociali

CAPITOLO 2
LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI
2.1 Premessa
2.2 Locazioni di immobili
2.2.1. Tipologie di immobili
2.2.2. Locazioni e cessioni immobiliari: novità Iva del Decreto Sviluppo
2.2.3. Locazioni immobiliari dopo le novità del D.L. n. 83/2012
2.2.4. Rapporti con l’imposta di registro
2.3 Cessioni di immobili
2.3.1. Cessioni di fabbricati abitativi
2.3.2. Cessioni di fabbricati strumentali
2.3.3. Applicazione del reverse charge
2.3.4. Modalità di esercizio dell’opzione
2.3.5. Rapporti con le imposte d’atto: novità del D.L. n. 104/2013
2.4 Separazione delle attività

CAPITOLO 3
IVA PER CASSA
3.1 Premessa
3.2 Evoluzione normativa
3.3 Presupposti per l’esercizio dell’opzione
3.4 Esercizio dell’opzione e relativi effetti
3.4.1. Durata minima di efficacia dell’opzione
3.4.2. Operazioni attive escluse
3.4.3. Fatturazione
3.4.4. Esigibilità dell’imposta
3.4.5. Operazioni passive e detrazione dell’Iva
3.5 Altri adempimenti

CAPITOLO 4
OPERAZIONI CON L’ESTERO
4.1 Evoluzione normativa
4.1.1 Modifiche al requisito territoriale
4.1.2 Momento di effettuazione dei servizi generico scambiati con soggetti non residenti
4.1.3 Obblighi in capo al cessionario/committente nazionale
4.1.4 Ampliamento degli obblighi di fatturazione, sanzioni
e volume d’affari
4.1.5 Modifiche alla disciplina degli scambi intracomunitari
4.2 La territorialità delle prestazioni di servizi
4.2.1 Deroghe alla regola generale: rapporti “B2B”
4.2.2 Le deroghe assolute: artt. 7-quater e 7-quinquies
4.2.3 I servizi “B2C”: artt. 7-sexies e 7-septies
4.2.4 Altri aspetti affrontati nella C.M. n. 37/E/2011
4.3 Momento di effettuazione dell’operazione
4.3.1 Regole generali per le prestazioni di servizi
4.3.2 Le prestazioni generiche scambiate con soggetti passivi non
residenti
4.3.3 Prestazioni di servizi in “deroga” (artt. 7-quater e 7-quinquies)
4.4 Novità su fatturazione, scambi intracomunitari e volume
d’affari
4.4.1 Novità Iva “nazionale”
4.4.2 Novità “Iva intracomunitaria”
4.4.3 Prova cessioni intracomunitarie
4.5 Movimenti di beni per l’effettuazione di perizie

CAPITOLO 5
ESPORTATORE ABITUALE E DICHIARAZIONE D’INTENTO
5.1 Premessa
5.2 Esportatore abituale
5.2.1 Adempimenti dell’esportatore abituale
5.3 Adempimenti del fornitore dell’esportatore abituale

CAPITOLO 6
NOTE DI VARIAZIONE IVA E PROCEDURE CONCORSUALI
6.1 Normativa di riferimento
6.2 Procedure concorsuali
6.3 Soggetti legittimati all’emissione della nota di variazione
6.3.1 Cessione del credito
6.3.2 Credito da azione revocatoria
6.3.3 Crediti di natura professionale
6.4 Infruttuosità della procedura
6.4.1 Fallimento
6.4.2 Concordato Preventivo
6.4.3 Accordo di ristrutturazione dei debiti
6.5 Adempimenti del creditore
6.5.1 Comunicazione della nota di variazione Iva
6.6 Effetti sulla procedura concorsuale
6.7 Termine ultimo per l’emissione

CAPITOLO 7
COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA
7.1 Premessa
7.2 Il nuovo vincolo alla compensazione
7.3 Le compensazioni oggetto di monitoraggio
7.4 Natura del limite dei 5.000 euro
7.5 Rapporto tra credito annuale 2013 e crediti infrannuali 2014
7.6 Rapporto tra credito annuale e infrannuali dello stesso anno
7.7 Rapporto tra credito annuale di due annualità successive

CAPITOLO 8
RIMBORSO DEL CREDITO ANNUALE
8.1 Premessa
8.2 Presupposti per la richiesta di rimborso
8.2.1 Aliquota media
8.2.2 Operazioni non imponibili
8.2.3 Beni ammortizzabili
8.3 Istanza di rimborso

CAPITOLO 9
LIQUIDAZIONE DI GRUPPO DELL’IVA
9.1 Normativa e prassi di riferimento
9.2 Presupposti
9.3 Esercizio dell’opzione
9.4 Deroga al termine di adempimento
9.5 Effetti dell’opzione e crediti esclusi

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
il fisco
€ 380,00 (-50%) € 190,00
Pratica Fiscale e Professionale
€ 225,00 (-50%) € 112,50
Corriere Tributario
€ 380,00 (-50%) € 190,00
NEXTNext
Attendere prego