carrello0

eBook - Accertamento sintetico e da redditometro

Autori Bana Michele
— IPSOA — Anno 2013

disponibile dal 10 dicembre

Nell’ambito delle disposizioni normative riguardanti l’accertamento delle imposte sui redditi, è possibile distinguere essenzialmente tre tipologie di accertamento: analitico; induttivo e sintetico.

Anche se il presente e.book si prefigge di analizzare la metodologia dell’accertamento sintetico, si forniscono alcune indicazioni anche in merito alle altre metodologie di accertamento che, a differenza di quello sintetico, possono applicarsi anche ai soggetti che svolgono attività d’impresa o di lavoro autonomo.

STRUTTURA

CAPITOLO 1
PREMESSA E QUADRO NORMATIVO

1.1 Accertamento analitico delle persone fisiche
1.2 Accertamento dei redditi determinati in base alle scritture
contabili
1.2.1 Struttura dell’art. 39
1.2.2 Accertamento analitico-contabile: la dimostrazione
dell’infedeltà della dichiarazione con elementi certi e diretti
1.2.3 L’accertamento analitico-induttivo: la dimostrazione
dell’infedeltà dichiarativa anche con elementi presuntivi
1.2.4 Limiti all’applicabilità dell’accertamento induttivo
ex art. 39, co. 1, lett. d), del D.P.R. 600/73
1.2.5. La struttura del nuovo accertamento sintetico
(art. 38 del D.P.R. n. 600/73)
1.3 Differenze tra vecchio e nuovo redditometro
1.3.1 Franchigia
1.3.2 Oneri deducibili
1.3.3 Incrementi patrimoniali
1.4 La struttura del Decreto 24 dicembre 2012
1.5 Retroattività delle nuove disposizioni normative
1.5.1 Primi orientamenti della giurisprudenza di merito

CAPITOLO 2
LE BASI DEL NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO DEL CONTRIBUENTE

2.1 La ricostruzione sintetica del reddito
2.2 Le fasi del nuovo redditometro
2.3 La selezione dei contribuenti
2.4 Elementi che concorrono alla determinazione del reddito
complessivo accertabile
2.5 Gli elementi indicativi di capacità contributiva
2.6 Analisi delle categorie di spesa
2.7 La quota di risparmio
2.8 Il quadro RP di Unico: una fonte certa di informazioni
2.9 Il nucleo familiare
2.9.1 Tipologie di nuclei familiari e relative aree territoriali
di appartenenza
2.9.2 Il ruolo della famiglia
2.9.2.1 La tipologia di nucleo familiare
2.9.2.2 L’area geografica di residenza
2.10 Beni ad uso promiscuo
2.11 Beni assegnati in godimento ai soci
2.12 Autovettura personale e rimborsi spese

CAPITOLO 3
ASPETTI PROCEDURALI

3.1 Premessa
3.2 La fase di selezione del contribuente
3.3 La centralità del contraddittorio
3.4 Il secondo contraddittorio e l'eventuale fase contenziosa

CAPITOLO 4
REDDITOMETRO E STRUMENTI INFORMATIVI DI SUPPORTO

4.1 Premessa
4.2 Anagrafe Tributaria
4.2.1 Atti nei quali è indicato il codice fiscale
4.2.2 Informazioni trasmesse direttamente all’Anagrafe
Tributaria
4.2.3 Poteri dell’Anagrafe Tributaria
4.3 Spesometro
4.3.1 Soggetti obbligati ed esclusi
4.3.2 Oggetto della comunicazione
4.3.3 Comunicazione analitica
4.3.4 Comunicazione per dati aggregati
4.3.5 Struttura della comunicazione, modalità e termini
di trasmissione
4.3 Comunicazione dei beni ai soci
4.4.1 Profili sostanziali
4.4.1.1 Effetti fiscali sul socio o familiare
4.4.1.2 Effetti fiscali sull’impresa concedente
4.4.2 Obblighi di comunicazione all’Agenzia delle Entrate
4.4.2.1 Comunicazione dei beni concessi in godimento
ai soci
4.4.2.2 Soggetti obbligati alla comunicazione
4.4.2.3 Oggetto
4.4.2.4 Esclusioni dall’obbligo di comunicazione
4.4.3 Comunicazione dei finanziamenti e delle
capitalizzazioni dei soci
4.4.3.1 Apporti esclusi dall’obbligo di comunicazione
4.4.3.2 Contenuto della comunicazione
4.4.4 Termine di presentazione
4.4.5 Sanzioni
4.5 Comunicazione dei rapporti finanziari
4.5.1 Indagini finanziarie
4.6 Comunicazione delle società di leasing
4.7 Monitoraggio fiscale (quadro RW)
4.7.1 Novità normative
4.7.2 Soggetti obbligati alla presentazione del modulo RW
4.7.2.1 Rappresentanti legali e responsabili amministrativi
di società
4.7.2.2 Soggetti esclusi
4.7.2.3 Ampliamento dell’ambito soggettivo
4.7.3 Struttura del quadro RW
4.7.4 Presunzione di fruttuosità
4.7.5 Quadro RW e scudo fiscale
4.7.6 Regime sanzionatorio
4.7.6.1 Norma di comportamento Aidc n. 185/2012
4.8 Redditest
4.8.1 Utilità del software di autodiagnosi
4.9 Studi di settore
4.9.1 Non congruità, adeguamento e accertamento
4.9.1.1 Adeguamento ai fini Iva
4.9.1.2 Adeguamento ai fini delle imposte sui redditi
4.9.1.3 Adeguamento ai fini Irap
4.9.1.4 Attestazione delle cause di non congruità
4.9.2 Indicatori di normalità economica
4.9.3 Studi di settore e accertamento analitico-induttivo
4.10 Scudo fiscale
4.10.1 Effetti inibitori per l’Amministrazione Finanziaria
4.10.2 Riservatezza
4.10.3 Tributi coperti dallo scudo
4.10.4 Cause ostative all’effetto preclusivo
4.10.5 Difesa in caso di accertamento

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
il fisco
€ 350,00 +IVA (-50%) € 175,00 +IVA
Pratica Fiscale e Professionale
€ 205,00 +IVA (-50%) € 102,50 +IVA
GT - Giurisprudenza Tributaria
€ 260,00 +IVA (-50%) € 130,00 +IVA
NEXTNext
Attendere prego