carrello0

La partecipazione dei comuni all'accertamento dei tributi erariali

Strumenti e tecniche per realizzare un'efficace collaborazione fra comuni e Agenzia delle Entrate

A cura di Gentile Antonino
— IPSOA — Anno 2013

Il volume vuole fornire una guida operativa agli amministratori, ai dirigenti e ai funzionari comunali, ai consulenti, alle società di servizi dei Comuni italiani e agli enti di formazione per attivare e consolidare un’efficace collaborazione con l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza per il contrasto all’evasione fiscale.

Ai comuni è riconosciuto il 50 per cento (100 per cento per il triennio 2012-2014) delle maggiori somme accertate e riscosse, a seguito di segnalazioni qualificate di elementi evasivi ed elusivi all’Agenzia delle Entrate e alla Guardia di Finanza. L’incentivo è consistente. Eppure, fino ad oggi, la partecipazione dei Comuni all’accertamento dei tributi erariali non ha avuto un’ampia diffusione. Questo perché non è facile vincere la sfida della collaborazione. Occorre che i funzionari dei Comuni conoscano i lineamenti del sistema dei tributi statali, sappiano fare rete all’interno dei diversi settori in cui è suddivisa la macchina amministrativa dell’Ente locale, individuino quali elementi è possibile trarre dalle informazioni in possesso degli uffici e delle banche dati comunali e operino in coordinamento con l’Agenzia per il miglioramento continuo delle segnalazioni e la costruzione di percorsi d’indagine mirati verso fattispecie a maggior rischio di evasione.

STRUTTURA

La prima parte del volume fornisce un quadro completo e aggiornato della normativa e della prassi.

Segue, nella parte seconda, l’illustrazione delle banche dati disponibili e delle modalità operative per l’individuazione di atti, fatti e negozi che evidenziano comportamenti evasivi ed elusivi e per la predisposizione delle segnalazioni qualificate da inviare all’amministrazione finanziaria.

La terza parte contiene una ricca raccolta di casi reali. Per ogni ambito d’intervento, sono indicati le fonti d’informazione e i servizi comunali interessati e riportati numerosi esempi di segnalazioni e di accertamenti che ne sono scaturiti.

La quarta parte contiene la descrizione dell’esperienza dell’Emilia Romagna che rappresenta la Regione leader in quanto a partecipazione dei Comuni e risultati realizzati. È dettagliato il piano d’azione seguito per rendere operativa la collaborazione Agenzia delle Entrate/Comuni e analizzati i fattori critici di successo.

Chiude il volume una parte quinta che traccia, attraverso utili schede, un quadro essenziale delle caratteristiche delle principali fattispecie tributarie erariali che interagiscono con gli ambiti di collaborazione dei Comuni, in modo tale che, conoscendo i presupposti impositivi, le procedure di accertamento e di definizione dei tributi statali, i funzionari comunali possano individuare più agevolmente gli elementi evasivi/elusivi che possono trarsi dalle banche dati e dai diversi ambiti di competenza in cui è suddivisa la macchina amministrativa del Comune e comprenderne l’impatto operativo e di gettito in termini di accertamenti attuati dall’Agenzia delle Entrate.

Questo libro è frutto del lavoro del gruppo di funzionari pubblici che ha reso possibili quei risultati e costituisce testimonianza concreta del valore dell’agire e dell’importanza di fare sistema all’interno della Pubblica amministrazione.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Urbanistica e appalti
€ 235,00 +IVA (-50%) € 117,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego