carrello0

Saggi di storia del processo penale nell'età della codificazione

Autori Dezza Ettore
— CEDAM — Anno 2001
Il testo riunisce alcuni saggi consacrati alla storia del processo penale. Si caratterizzano per omogeneità tematica e per una sostanziale prossimità nella cronologia dei temi affrontati, costituendo così delle vere e proprie tappe di un unico itinerario di ricerca. I saggi hanno per oggetto le vicende e i contenuti di testi normativi talora poco noti alla storiografia giuridica, che non solo riguardano in tutto o in parte la materia del diritto processuale penale, ma che sono stati elaborati o sono comunque entrati in vigore in area italiana nel cinquantennio - ricompreso tra gli anni Ottanta del XVIII secolo e la Restaurazione- durante il quale è nato e si è affermato il fenomeno della codificazione.
Nota introduttiva. - "Per li tempi d'avvenire siano abolite le torture". Note sulla disciplina del processo penale nel Codice Municipale di Malta del 1784. - Alla ricerca di una nuova procedura criminale. Il Piano veronese del 1797. - Una procedura moderna per un codice di provincia. La disciplina del processo nella legislazione penale del Principato di Lucca (1807). - Frediano Vidau e la scoperta del Codice Romagnosi. Appunti sulla disciplina processuale nel Codice penale per il Principato di Piombino (1808). - Il procedimento criminale nelle leggi napoletane del 1808. Prime note. - L'impossibile conciliazione. Processo penale, assolutismo e garantismo nel Codice asburgico del 1803. - Il modello nascosto. Tradizione inquisitoria e riferimenti napoleonici nel Regolamento Organico e di Procedura Criminale del 5 novembre 1831. - Nota bibliografica.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego