carrello0

Rappresentatività e organizzazione sindacale

Autori Scarponi S.
— CEDAM — Anno 2005
Il lavoro prende le mosse dall'esigenza di definire i molteplici significati che assume il termine "rappresentatività" riferito alle organizzazioni sindacali, e procede all'analisi dei profili connessi all'impiego di tale criterio in chiave normativa - sul versante della partecipazione istituzionale, della titolarità delle prerogative connesse alle rappresentanze nei luoghi lavoro, e dello svolgimento dell'autonomia collettiva e della concertazione sociale - coniugando lo studio alle teorie in materia di organizzazione sindacale. Nella prima parte vengono analizzate le tappe evolutive del dibattito sull'art.39 della Costituzione, per porre in luce l'influenza dispiegata sulle fasi successive del dibattito, e procedere poi alla ricostruzione dell'assetto inerente l'uso normativo del criterio selettivo basato sulle varie formule inerenti la rappresentatività, affrontandone i relativi profili applicativi, e questioni di costituzionalità. In particolare ci si sofferma sulla riforma del mercato del lavoro, di cui alla l.n.30 del 2003 e decreti attuativi, per valutare se sia stata impressa o meno una svolta in merito all'impiego ed ai risvolti del criterio basato sulla rappresentatività e per porre in luce le aporie del sistema attuale. Il lavoro si completa con l'approfondimento dei modelli organizzativi connessi alle scelte normative ed intersindacali, con particolare riferimento al venir meno del riferimento confederale, successivo al referendum del 1995, ed alla disciplina riguardante le r.s.u. del settore privato e pubblico, nell'ambito di una proposta ricostruttiva che pone in luce l'opportunità di un intervento legislativo in materia, superando le tesi astensioniste finora prevalse.
Introduzione. - Parte prima: Rappresentatività e ordinamento intersindacale. - I: La rappresentatività e le teorie sulla organizzazione sindacale. - II: Rappresentatività, regole eteronome sull'autonomia collettiva e libertà di organizzazione sindacale. - III: La rappresentatività e il rapporto tra ordinamento statuale e intersindacale alla luce della riforma del rapporto di lavoro pubblico. - IV: Rappresentatività e regole per la stipulazione e l'interpretazione del contratto collettivo. - V: La concertazione sociale. - Conclusioni della prima parte. - Parte seconda: Rappresentatività e modelli di organizzazione sindacale. - I: Il modello confederale. - II: Modello associativo e modello elettivo. - Conclusioni. - Abbreviazioni. - Bibliografia.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Diritto & Pratica del Lavoro
€ 350,00 +IVA (-50%) € 175,00 +IVA
NEXTNext
Attendere prego