carrello0

Lo statuto europeo delle vittime di reato

Modelli di tutela tra diritto dell'Unione e buone pratiche nazionali

A cura di Luparia Luca
— CEDAM — Anno 2016

L’Opera offre una serie di linee interpretative sulla figura della vittima del reato, alla luce delle esperienze interne (Francia, Italia e Spagna, in particolare) e della Direttiva dell’Unione n. 29 del 2012. Gli scritti, a firma di professori e ricercatori europei, sono suddivisi in tre sezioni. Una prima è dedicata ai profili di ordine generale, tra i quali l’esegesi del contenuto della Direttiva, l’esame dei problemi di fondo correlati allo statuto dell’offeso nel processo penale e lo studio delle pratiche emerse sul terreno della giustizia internazionale. La seconda parte esplora lo spettro dei diritti e delle garanzie che i tre sistemi presi a modello accordano alle vittime. La parte finale mira invece a declinare, sul piano delle risposte nazionali e del contesto comparativo, quattro specifici aspetti affrontati dalle fonti europee: la giustizia riparativa; la violenza di genere; le condizioni di vulnerabilità; il diritto all’indennizzo.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Rivista trimestrale di Diritto penale dell'economia
€ 160,00 +IVA (-50%) € 80,00 +IVA
Rivista di diritto processuale
€ 182,00 +IVA (-50%) € 91,00 +IVA
Studium Iuris
€ 155,00 (-50%) € 77,50
Diritto penale e processo
€ 235,00 +IVA (-50%) € 117,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego