carrello0

Le misure coercitive indirette

Autori Trapuzzano Cesare
— CEDAM — Anno 2012

Muovendo dalla rilevanza costituzionale del principio di effettività della tutela giudiziale, di cui l’esecuzione indiretta costituisce un corollario, l’analisi si sofferma sui modelli di misure regolati da altri ordinamenti giuridici e sulle caratteristiche peculiari delle misure speciali già contemplate dal nostro ordinamento nei settori della proprietà industriale e intellettuale, della difesa del consumatore, del lavoro, della famiglia e delle transazioni commerciali. Quindi, l’autore approfondisce gli argomenti più significativi che derivano dall’esegesi dell’art. 614 bis c.p.c., introdotto dalla novella del 18.06.2009, n. 69, sia in chiave comparativa con istituti affini, sia in una dimensione strutturale, funzionale e procedimentale. Di particolare interesse le riflessioni svolte in ordine al concetto di infungibilità processuale, all’applicazione delle comminatorie agli obblighi di non fare, all’interpretazione della clausola di salvezza della manifesta iniquità, alla compatibilità tra l’inflizione delle «coercitorie» e la condanna al risarcimento dei danni, profili questi che esaltano la natura sostanziale della fattispecie. Puntuale attenzione è stata altresì riservata ai profili prettamente processuali della qualificazione della relativa istanza come domanda autonoma, della sua irrogazione a supporto delle prescrizioni contenute nei provvedimenti cautelari ovvero nei lodi arbitrali e nei verbali di conciliazione, della sua attivazione quale titolo esecutivo. Le ricostruzioni in proposito elaborate sono corredate dalla citazione delle posizioni espresse sul punto dalla dottrina nonché dalla giurisprudenza di merito e di legittimità. In ultimo, le conclusioni rassegnate forniscono un quadro d’insieme circa l’assetto dell’istituto nella logica complessiva del sistema giudiziario.

 
ACQUISTA INSIEME
PREVIOUSPrevious
Le misure coercitive indirette + ebook
€ 61,00 +IVA (-35%) € 39,35 +IVA
NEXTNext
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Rivista di diritto processuale
€ 182,00 +IVA (-50%) € 91,00 +IVA
Studium Iuris
€ 155,00 (-50%) € 77,50
Il Corriere Giuridico
€ 235,00 +IVA (-50%) € 117,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego