carrello0

La residenza nel diritto tributario

CEDAM — Anno 1999
In una visione statica, i soggetti residenti in un Stato sono tenuti a contribuire alle spese pubbliche su base mondiale , laddove i soggetti non residenti lo sono solo in base territoriale. La conseguenza di tale constatazione, in una visione dinamica, è che la globalizzazione dei sistemi socio economici alimenta i fenomeni del trasferimento di residenza all'estero e della "esterovestizione". L'Autore dopo avere esaminato la residenza delle persone fisiche e delle società nel diritto tributario italiano e comparato, nonché il suo ruolo nelle convenzioni internazionali, si interroga sulla sua aderenza al dettato costituzionale italiano immaginando , in prospettiva, quale possa essere la sua evoluzione.
Introduzione metodologica. - I: La residenza delle persone fisiche. - II: La residenza delle società ed enti. - III: La cittadinanza e la nazionalità nel diritto tributario. - IV: La residenza nelle convenzioni internazionali e nelle direttive comunitarie. - V: Il trasferimento di residenza come comportamento elusivo. - VI: La residenza nelle imposte indirette e nel rapporto con il domicilio fiscale. - VII: La natura della residenza nel diritto tributario. - Conclusioni. - Riferimenti bibliografici. - Elenco degli Autori.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Diritto e pratica tributaria
€ 290,00 +IVA (-50%) € 145,00 +IVA
il fisco
€ 350,00 +IVA (-50%) € 175,00 +IVA
Diritto e pratica tributaria internazionale
€ 105,00 +IVA (-50%) € 52,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego