carrello0

La discrezionalità dell'azione amministrativa in ambito tributario

Autori Toma Giangaspare
— CEDAM — Anno 2012

Il contributo allo studio della dialettica legalità-discrezionalità in campo tributario assume importanza soprattutto in un momento storico, quale quello attuale, di crisi profonda delle pubbliche finanze.
La legalità è il principio in base al quale le pubbliche amministrazioni devono rispettare i vincoli imposti dalla legge, quale massima espressione della volontà popolare, specie nel settore dell’ordinamento salvaguardato dalla riserva di legge stabilita dall’art. 23 della Costituzione.
L’Amministrazione finanziaria comunque dispone di un significativo spazio di valutazione, ancorché non esclusivo, nell’attività istruttoria e nella riscossione, oltre che nell’autotutela, nell’accertamento con adesione e nella conciliazione.
Nell’ambito della coppia dialettica autorità-consenso rientra il tema della c.d. indisponibilità del credito tributario, che resta un punto fermo, nonostante parte della dottrina abbia espresso la propria apertura al concetto di disponibilità del credito tributario innanzi alle definizioni consensuali del rapporto d’imposta.
 

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Diritto e pratica tributaria
€ 290,00 +IVA (-50%) € 145,00 +IVA
il fisco
€ 350,00 +IVA (-50%) € 175,00 +IVA
Diritto e pratica tributaria internazionale
€ 105,00 +IVA (-50%) € 52,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego