carrello0

L'interpretazione del contratto

Autori Capodanno Michele
— CEDAM — Anno 2006
Invito alla lettura (G. De Nova). – Parte prima: I mezzi di interpretazione soggettiva. – I: Fulcro e finalità dell’indagine ermeneutica. – II: L’interpretazione dell’art. 1362 (comma 1°) nella giurisprudenza e nella dottrina - "in claris non fit interpretatio?". – III: Il Comportamento complessivo delle parti (art. 1362 comma 2°). – IV: l’interpretazione complessiva delle clausole (art. 1363). – V: Espressioni generali (art. 1364) e indicazioni esemplificative (art. 1365). – Parte seconda: L’interpretazione di buona fede (art. 1366). – VI: La collocazione dell’art. 1366 nel sistema normativo dell’interpretazione. – VII: Buona fede e presupposizione. – VIII: Presupposizione e interpretazione. – Parte terza: I mezzi di interpretazione oggettiva. IX: Profili generali. –X: La conservazione del contratto (art. 1367). – XI: Le pratiche generali interpretative (art. 1368). – XII: Le espressioni con più sensi (art. 1369). – XIII: L’interpretazione contro il predisponente (art. 1370). – XIV: Regole finali (art. 1371). – Brevi riflessioni conclusive e qualche indicazione ‘operativa’.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Contratto e impresa
€ 210,00 (-50%) € 105,00
Notariato
€ 210,00 (-50%) € 105,00
I Contratti
€ 255,00 (-50%) € 127,50
NEXTNext
Attendere prego