carrello0

L'impugnazione delle delibere del consiglio d'amministrazione nelle societa'per azioni

Autori Dalla Bonta' Silvana
— CEDAM — Anno 2012

Nel declinare al contesto (deliberativo) societario, l’annoso problema del rapporto tra diritto sostanziale e diritto processuale e, in questo, tra tutela in forma specifica e tutela risarcitoria, l’A. esamina, con particolare attenzione al dato storico e al raffronto comparatistico – esteso ad ordinamenti tanto di civil law (Germania e Austria) che di common law (Stati Uniti) –, il sistema di impugnative delle delibere del c.d.a. di s.p.a., così come disciplinato dal c.c. rivisitato dalla riforma del diritto societario introdotta dal d.lgs. n. 6/2003. Nell’indagare i profili più rilevanti e al contempo controversi di tali azioni (legittimazione ad agire, natura del giudizio, perimetro oggettivo e soggettivo del giudicato), l’A. ne evidenzia differenze ed analogie con le impugnative delle delibere dell’assemblea dei soci e, più in generale, con quelle contrattuali di diritto comune, nonché l’indispensabile sinergia con altri rimedi societari, giurisdizionali e non, in vista di garantire effettività di tutela contro condotte viziate (anche reiterate) dell’organo amministrativo.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Contratto e impresa
€ 195,00 +IVA (-50%) € 97,50 +IVA
Notariato
€ 190,00 +IVA (-50%) € 95,00 +IVA
Il Corriere Giuridico
€ 235,00 +IVA (-50%) € 117,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego