carrello0

L'anatocismo nei contratti e nelle operazioni bancarie

A cura di Capaldo Giuseppina
— CEDAM — Anno 2010

Il volume offre uno studio sistematico dell’anatocismo bancario al fine di delineare le misure necessarie a contemperare l’esigenza di stabilità ed efficienza del sistema bancario e il principio di naturale fecondità del denaro, con l’esigenza di tutelare il cliente-consumatore da fenomeni usurari e forme di remunerazione del denaro non trasparenti o usurarie.
Il volume, articolato in una pluralità di saggi, delinea la figura dell’anatocismo bancario, sia attraverso il confronto con la disciplina di diritto comune, dettata nel codice civile all’art. 1283, che ripercorrendo i molteplici orientamenti dottrinali e giurisprudenziali. Nella ricostruzione della disciplina applicabile all’anatocismo nei conti correnti bancari, nei mutui e, in genere, in tutti i rapporti bancari si è fatto ampio riferimento alle numerose novità legislative che hanno interes-sato il settore negli ultimi anni fino all’analisi delle prassi, diverse dall’anatocismo, relative alla determinazione di interessi e commissioni nei contratti bancari, oltre che all’esame degli strumenti di tutela collettiva, anche in considerazione della recente introduzione, nel nostro or-dinamento, delle c.d. class actions.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego