carrello0

Istituzioni di diritto del lavoro. Vol. I - Il diritto sindacale

Autori Vallebona Antonio
— CEDAM — Anno 2017
Come si era rilevato nella prefazione alla prima edizione del 1998, il diritto del lavoro “subirà ancora profonde e rapide modificazioni per adattarsi: alla società del benessere, nella quale lo sfrenato edonismo consumistico convive con la pericolosa divisione tra una maggioranza opulenta ed una minoranza emarginata e povera; alla situazione economica internazionale, nella quale l’enorme divario tra i paesi ricchi e gli altri si traduce in forti correnti migratorie di uomini verso i mercati ove le retribuzioni sono più alte e di imprese verso i mercati ove il costo del lavoro è più basso, con conseguente crescita della disoccupazione nei paesi più sviluppati; al trend demografico dei paesi avanzati caratterizzato da un progressivo invecchiamento della popolazione; alla continua innovazione tecnologica che brucia più posti di lavoro di quanti ne produce; all’imperativo macroeconomico di contenimento del deficit pubblico”.
Ebbene in questi quasi venti anni il diritto del lavoro italiano è stato modificato con norme che tutelano gli interessi delle imprese al fine di accrescere gli investimenti che producono posti di lavoro. Ma, purtroppo, questa evoluzione non è bastata, perché il capitale continua ad allocarsi negli inferni lavoristici e ambientali e nei paradisi fiscali. Mentre gli investimenti pubblici sono pochi, in quanto in Italia c’è un deficit pubblico enorme. E quindi trionfa ancora la disoccupazione, soprattutto nel meridione e per i giovani.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Diritto & Pratica del Lavoro
€ 350,00 +IVA (-50%) € 175,00 +IVA
NEXTNext
Attendere prego