carrello0

Il senato delle autonomie

Ragioni, modelli, vicende

Autori Castelli Luca
— CEDAM — Anno 2010

Scopo della presente indagine è quello di illustrare le ragioni di ordine costituzionale che rendono il sistema bicamerale paritario e perfetto vigente in Italia non più coerente con l’edificio istituzionale circostante e che dovrebbero di conseguenza orientare i decisori politici nella direzione di un Senato delle autonomie, che esprima (a tutto tondo) la rappresentanza territoriale di Regioni ed enti locali.
In altri termini, solo dopo aver chiarito – a monte – l’obiettivo che si intende perseguire attraverso la riforma del Senato, sembra possibile ragionare – a valle – intorno alla conformazione dell’organo ritenuta più adatta per realizzarlo.
È opinione di chi scrive che far sentire la voce di Regioni ed enti locali laddove si produce la legislazione che li riguarda debba principalmente servire a evitare che tali soggetti continuino a essere espropriati delle competenze che la Costituzione garantisce loro in astratto, ma che vengono di fatto lese da una legislazione statale tuttora avulsa dalle esigenze delle autonomie.

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego