carrello0

Il risarcimento in forma specifica

Autori D'Adda Alessandro
— CEDAM — Anno 2002
Il risarcimento in forma specifica è stato, nell'ultimo decennio, oggetto di diversi studi, più in particolare, sono stati trattati i problemi dell'oggetto e delle funzioni della riparazione in natura. L'incertezza della collocazione sistemica del rimedio è da sempre al centro delle riflessioni dedicate alla riparazione in natura e, forse, è all'origine della stessa circospezione con cui l'istituto è stato per lungo tempo trattato. Questo lavoro intende emanciparsi dall'idea di un'irrimediabile ambiguità dell'istituto: il risarcimento in natura è infatti rimedio sicuramente risarcitorio e, semmai, rivela peculiarità della tutela aquiliana non sempre avvertite dall'interprete. La questione fondamentale è capire se una tutela che è, insieme, classicamente risarcitoria, ma intende soddisfare in natura i "bisogni" di chi ha subito un danno, possa presentarsi, senza rinnegare la propria collocazione sistemica, a legittimare prassi applicative innovative.
Premessa. - I: Il risarcimento in forma specifica tra nuove prospettive e fedeltà al sistema. - II: L'origine di un equivoco: tutela specifica, diritto naturale e dottrina giuridica sotto il vigore del codice civile del 1865. - III: L'oggetto della riparazione in natura: la riparazione pecuniaria in forma specifica. - IV: La riparazione in natura oltre la logica compensativa: affektionsinteresse, danno non patrimoniale e costi fittizi di riparazione. - V: Tecnica risarcitoria in forma specifica e rimedi preventivi. - VI: Risarcimento in forma specifica e regole di circolazione dei diritti. - Indici.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Danno e Responsabilità
€ 215,00 +IVA (-50%) € 107,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego