carrello0

I parenti del Papa

Autori Teodori Marco
— CEDAM — Anno 2001
La consuetudine da parte dei papi di circondarsi di consaguinei nella conduzione dello Stato della Chiesa caratterizzò la monarchia pontificia fino alla fine del Seicento. Legato al carattere elettivo del sovrano, il nepotismo fu un fenomeno complesso all'interno del quale gli aspetti politico-istituzionali si intrecciarono a quelli sociali ed economici. Le famiglie coinvolte divenivano il terminale di cospicui flussi di risorse, provenienti da tesorerie ed enti ecclesiastici, che rappresentavano una tessera non secondaria del circuito finanziario che ruotava attorno alla Santa Sede. Tali flussi alimentavano processi di incremento patrimoniale di dimensioni e rapidità straordinarie che producevano profonde alterazioni negli assetti economici dell'aristocrazia romana. Questo libro è il risultato di una ricerca cha ha analizzato, in una prospettiva storico-economica, il caso di nepotismo di cui fu protagonista la famiglia Chigi durante il pontificato di Alessandro VII (1655-1667). Dopo aver brevemente delineato la secolare traiettoria di questo casato, viene proposta una quantificazione delle entrate nepotistiche di cui goderono i parenti del pontefice senese ed una ricostruzione delle strategie patrimoniali che portarono alla formazione di uno dei più cospicui patrimoni nobiliari a Roma. Del nepotismo chigiano viene infine proposta una lettura in chiave comparativa volta ad individuarne gli elementi evolutivi rispetto ai caratteri assunti dal fenomeno agli inizi del secolo XVII.
Introduzione. - Nota monetaria. - Pesi e misure in uso a Roma. - Nota cronologica ed abbreviazioni. - I: Il patrimonio Chigi nella prima metà del Seicento. - II: Il nepotismo di Papa Alessandro VII (1655-1667). - III: Gli incrementi patrimoniali durante il pontificato chigiano. - Conclusioni: due nepotismi a confronto. - Genealogie. - Elenco dei pontefici. - Fonti archivistiche e a stampa. - Bibliografia. - Indici.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego