carrello0

I delitti contro la pubblica amministrazione

Autori Vinciguerra Sergio
— CEDAM — Anno 2008

Il volume di carattere sistematico affronta la trattazione di un argomento di diritto penale di parte speciale, ossia una particolare categoria di delitti perpetrati ai danni della pubblica amministrazione e disciplinati dal codice di rito agli artt. 314-360.
Si tratta di delitti posti a tutela del regolare funzionamento dello Stato e degli enti pubblici, nonché del loro prestigio, oltre che dei soggetti che ad essi appartengono.
Nell’ambito della categoria rientrano anche i reati commessi da soggetti incaricati di un pubblico servizio ovvero esercenti di pubblica necessità.

L’Opera consta di 446 pagine. Si compone di un’introduzione di due capitoli, e di quattro parti ognuna delle quali suddivisa in capitoli e sezioni.
Il testo degli articoli commentati viene riportato all’interno di un riquadro che permette una più facile lettura e la presenza costante della norma in commento.
L’opera è corredata da numerosi riferimenti normativi e giurisprudenziali.

Presentazione. – Abbreviazioni. – Avvertenze. – Introduzione. – I: La pubblica amministrazione nel codice penale ieri e oggi. -   II: I soggetti dei delitti contro la pubblica amministrazione. – Parte prima: Offese alla persona commesse da soggetti muniti di qualità pubblica o in danno di tali soggetti. – I: Offese alla persona commesse da soggetti muniti di qualità pubblica. La concussione. -   II: Offese alla persona munita di qualità pubblica. – Sez. I: Offese commesse mediante violenza o minaccia. – Sez. II: Offese commesse mediante espressioni oltraggiose. – Sez. III: La reazione agli atti arbitrari. – Parte seconda: Turbativa al funzionamento generale della pubblica amministrazione. – I: L’usurpazione e la continuazione arbitraria di funzioni o di attribuzioni pubbliche. – II: Il rifiuto, l’omissione, il ritardo di atti d’ufficio. – Sez. I: Cenni introduttivi. – Sez. II: Il rifiuto indebito di un atto dell’ufficio. – Sez. III: L’omissione di un atto dell’ufficio. – Sez. IV: Il rifiuto ed il ritardo di obbedienza del militare e dell’agente della forza pubblica. – III: La sospensione, la turbativa, l’interruzione di pubblici uffici o servizi. – IV: I delitti di corruzione. – Sez. I: La corruzione propria. – Sez. II: La corruzione impropria. – Sez. III: La corruzione in atti giudiziari. – Sez. IV: L’istigazione alla corruzione. – Sez. V: Questioni comuni. – V: L’abuso d’ufficio. – Parte terza: Turbativa di funzioni pubbliche specifiche. – I: Le frodi nelle pubbliche erogazioni. – II: Rivelazione e utilizzo di segreti d’ufficio. – Sez. I: La rivelazione di segreti d’ufficio. – Sez.   II:  L’utilizzo di segreti d’ufficio a scopo di profitto. – Sez. III: L’utilizzo d’invenzioni o scoperte conosciute per ragione di ufficio o servizio. – III: I delitti di peculato. – IV: Le violazioni della custodia di cose disposta dalla pubblica autorità. – Sez. I: Le violazioni della custodia di cose sequestrate o dalla pubblica amministrazione o nel corso di un procedimento penale. – Sez. II: Le violazioni della particolare custodia di cose presso la pubblica amministrazione. – Sez. III: Le violazioni dei sigilli apposti per assicurare la conservazione o l’identità di cose. – V: L’esercizio abusivo di una professione. – VI: Turbativa nella formazione e nell’esecuzione dei contratti della pubblica amministrazione. – Sez. I: Le interferenze indebite nelle gare pubbliche. – Sez. II: La turbativa nell’esecuzione dei contratti. – Parte quarta: Sanzioni e attenuante speciali. – I: Le confische obbligatorie. - II: L’attenuazione della pena detentiva per la particolare tenuità del fatto.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Rivista di diritto processuale
€ 210,00 (-50%) € 105,00
Studium Iuris
€ 155,00 (-50%) € 77,50
Urbanistica e appalti
€ 240,00 (-50%) € 120,00
Diritto penale e processo
€ 252,00 (-50%) € 126,00
NEXTNext
Attendere prego