carrello0

Diritti dell'investitore e dell'azionista nell'opa obbligatoria

Autori Romagnoli Gianluca
— CEDAM — Anno 2005
A seguito della disciplina del 1996 (TUB e TUF), il mercato mobiliare e le varie forme di investimento societario interessa sempre più i professionisti per le implicazioni conseguite nell'ambito della tutela dei diritti degli investitori e degli azionisti e conseguentemente del contenzioso. Il fondamento giuridico dell'Offerta di Pubblico Acquisto, la nascita e l'estinzione degli obblighi e i diritti degli investitori e degli azionisti. L'opera in questione si prefigge di chiarire quando sorge l'obbligo di offerta per l'azionista; qual è l'incidenza sui provvedimenti delle autorità amministrative; quando sorge la pretesa dell'investitore e quando può dirsi violata; in che termini la violazione dell'OPA è risarcibile. Ponendosi in chiave critica nei confronti di alcune pronunce del Tar e del Cons. in tema di "comunicazioni" della Consob, l'Opera potrebbe offrire alcuni nuovi spunti di contenzioso.
I: La tutela accordata ai soci a fronte della raccolta di partecipazioni rilevanti ai fini della disciplina delle o.p.a. c.d. obbligatorie nel T.U. della finanza privata. - II: La situazione giuridica dell'azionista a fronte del maturarsi dei presupposti dell'offerta pubblica d'acquisto obbligatoria e sue vicende. - III: Contenuto della prestazione ed individuazione dell'obbligato alla pubblicazione dell'o.p.a.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Rivista di diritto processuale
€ 182,00 +IVA (-50%) € 91,00 +IVA
Studium Iuris
€ 155,00 (-50%) € 77,50
Il Corriere Giuridico
€ 235,00 +IVA (-50%) € 117,50 +IVA
NEXTNext
Attendere prego