carrello0

Contrarius consensus

Autori Roberta Marini
— CEDAM — Anno 2017
Il contrarius consensus nel diritto romano presenta una struttura ed una funzione fondamentalmente diverse rispetto al modello proposto dal diritto attuale.
In diritto romano, il contratto concluso è posto su un piano di realtà di non facile erosione da parte di una successiva e contraria volontà delle parti. In diritto con­temporaneo, una successiva e contraria volontà di porre nel nulla ed estinguere un precedente contratto concluso è stata attratta nello schema del contratto, deter­minando l’inserimento a pieno diritto nell’alveo della categoria contrattuale anche dell’accordo con effetti estintivi.
La complessità di confronto tra le due diverse impostazioni non assume impor­tanza soltanto in chiave di arricchimento delle costruzioni dogmatiche in materia, sia per il diritto romano che per il diritto attuale, ma, altresì, si propone di chiarire i fondamenti ideologici delle due diverse concezioni all’interno del loro proprio contesto storico.
 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego