carrello0

Decreto ingiuntivo europeo

Sistema e pratica del recupero crediti

Autori Porcelli Giovanni
— ALTALEX EDITORE — Anno 2012

Il volume rappresenta uno strumento indispensabile per la conoscenza teorico-pratica del procedimento europeo d’ingiunzione di pagamento. L’autore, infatti, oltre all’inquadramento sistematico della tutela monitoria comunitaria, introdotta dal regolamento Ce n. 1896 del 2006, compie un dettagliato ed approfondito esame del testo normativo, offrendo soluzione alle numerose problematiche interpretative ed alle difficoltà di riempimento dei moduli da utilizzarsi nei rapporti tra creditore e giudice. Viene compiuto, inoltre, l’esame comparato dei sistemi d’ingiunzione dei principali paesi dell’Unione Europea, al fine di comprendere il grado di efficacia che l’ingiunzione di pagamento europea avrà in quel paese e le peculiari caratteristiche applicative che essa assumerà, onde poter più facilmente valutare se convenga utilizzare questa o, eventualmente, il più rapido ed efficace sistema nazionale.

INDICE DELL'OPERA

Introduzione

Parte I
Inquadramento sistematico della tutela monitoria

Capitolo I
La tutela monitoria: principi e classificazioni

1. Premessa
2. Funzione e struttura del procedimento monitorio
3. La non contestazione nel procedimento monitorio
4. Procedimento monitorio e preclusione
5. I procedimenti d’ingiunzione di pagamento con prova e senza prova
5.1. Differenze connesse all’impostazione probatoria: valutazione della fondatezza della domanda, contenuto e presentazione dell’istanza, elaborazione elettronica del procedimento
6. I procedimenti d’ingiunzione di pagamento ad unica o doppia fase
6.1. Differenze connesse alla strutturazione in fasi: lo statuto esecutivo dell’ingiunzione di pagamento
7. L’opposizione all’ingiunzione di pagamento, la natura del procedimento ed il passaggio in giudicato
8. L’ambito di applicazione ed i limiti di utilizzo della tutela monitoria
9. Procedimento monitorio e contumacia
10. Procedimento monitorio e diritto di difesa

Capitolo II
La tutela monitoria nell’esperienza Europea. I singoli sistemi nazionali

1. Il sistema spagnolo
2. Il sistema portoghese
3. Il sistema francese
4. Il sistema tedesco
5. Il sistema austriaco
6. Il sistema lussemburghese
7. Il sistema belga
8. Il sistema finlandese
9. Il sistema svedese
10. I sistemi continentali che non conoscono il procedimento d’ingiunzione: l’esperienza danese
10.1. L’esperienza inglese
10.2. L’esperienza olandese

Parte II
La tutela monitoria europea

Capitolo III
Genesi del regolamento, ambito applicativo, competenza

1. Il Programma del Consiglio d’Europa del 30 novembre 2000
2. L’oggetto del procedimento d’ingiunzione europea
3. L’ambito di applicazione
3.1. Le materie escluse
3.2. Le obbligazioni contrattuali
3.3. I crediti ingiungibili
3.4. Le caratteristiche del credito: specificità ed esigibilità
3.5. Crediti riconosciuti in lodi arbitrali
4. Le controversie transfrontaliere
5. La litispendenza
6. La competenza giurisdizionale
6.1. Il foro del consumatore
6.2. Proroga di competenza
7. La posizione della Danimarca

Capitolo IV
Proposizione, rettifica, esito e notificazione dell’ingiunzione

1. Supporto di presentazione della domanda
2. Il contenuto della domanda
3. Le allegazioni probatorie
4. Informazioni veritiere
5. Presentazione e sottoscrizione elettronica
6. Soggetti incaricati della decisione
7. L’esame della domanda
7.1. “Valutazione” come controllo formale
7.2. “Valutazione” come accertamento
7.3. Profili di incoerenza
8. Completamento e rettifica della domanda
9. La modifica della domanda
10. Il rigetto della domanda
11. Termini di emissione del provvedimento
12. L’accoglimento della domanda: modulo di utilizzo, contenuto del provvedimento d’ingiunzione e vizi di nullità
13. Notificazione al debitore
14. La notifica con prova nello Stato di emissione dell’Ipe
15. La notifica con prova in uno Stato diverso
16. La notifica senza prova nello Stato di emissione dell’Ipe
17. La notifica senza prova in uno Stato diverso
18. La notifica ad un rappresentante

Capitolo V
Opposizione, forza esecutiva ed esecuzione dell’ingiunzione

1. Supporto di presentazione dell’opposizione
2. Termini dell’opposizione
3. Presentazione e sottoscrizione elettronica dell’opposizione
4. Natura dell’opposizione
5. Richiesta di estinzione del procedimento
6. Passaggio al processo di merito
7. Il riesame eccezionale per impossibilità a difendersi
8. Il riesame eccezionale per vizi dell’ingiunzione
9. Il procedimento di riesame
10. Dichiarazione di esecutività dell’ingiunzione e poteri del giudice
11. Modalità di richiesta dell’esecutività del decreto e trasmissione al ricorrente12. Gli effetti dell’ingiunzione non opposta
13. Il riconoscimento dell’ingiunzione europea
14. L’esecuzione dell’ingiunzione europea
15. Il rifiuto dell’esecuzione (l’opposizione all’esecuzione) per ragioni di merito
16. Il rifiuto dell’esecuzione (l’opposizione all’esecuzione) per incompatibilità con un provvedimento anteriore
17. Il rifiuto dell’esecuzione (l’opposizione all’esecuzione) per fatti estintivi del credito
18. Limitazione o sospensione dell’esecuzione
19. L’assistenza del difensore e le spese di giudizio
20. Il rapporto con le norme processuali nazionali

Parte III
Ingiunzione nazionale o europea: vantaggi e problematiche dei due sistemi

Capitolo VI
Il riconoscimento all’estero e l’eseguibilità dell’ingiunzione nazionale nella normativa comunitaria vigente: il Titolo Esecutivo Europeo

1. Critiche al sistema monitorio europeo e valutazione dell’opportunità di altri sistemi di recupero
2. Il decreto ingiuntivo avverso la parte residente all’estero
3. Il Reg. Ce n. 44 del 2001 (c.d. Bruxelles I) concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale: profili generali
4. L’evoluzione del regolamento n. 44/2001 rispetto alla convenzione di Bruxelles
4.1. La riduzione dei controlli di compatibilità
4.2. L’onere di avvalersi dei rimedi impugnatori previsti nello stato a quo per il convenuto contumace
5. Il Reg. Ce n. 805 del 2004 che istituisce il Titolo Esecutivo Europeo per i crediti non contestati: profili generali
6. L’“evoluzione” in termini di riconoscimento del Reg. Tee rispetto al Reg. Bruxelles I e le sue problematiche

Appendice normativa
Bibliografia
Indice analitico

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego