carrello0
Sorl search:

207 prodotti trovati

Revisione Enti Locali: strumenti contabili-finanziari e necessari adempimenti

Il Revisore, per adempiere ai propri compiti di controllo, necessita di conoscenze specifiche sui documenti contabili-finanziari dell’ente e sugli adempimenti di sua competenza e di continui aggiornamenti in materia. Il Corso fornsice al Revisore gli strumenti per acquisirle, nel rispetto della normativa vigente fortemente modificata soprattutto dal Decreto legislativo, 10/08/2014 n° 126 “Regioni e enti locali: armonizzazione di sistemi contabili e schemi di bilancio. Alcune parti del Corso saranno dedicate ad esaminare da un lato gli articoli del Testo Unico degli Enti Locali dedicati all’attività di revisione e altre ai principali adempimenti del revisore durante l’anno; inoltre, sono previste parti di programma non meno importanti dedicate interamente alla comprensione del funzionamento dell’ordinamento contabile e finanziario degli enti pubblici, del bilancio di previsione e del rendiconto, senza la comprensione delle quali si ritiene che la formazione del revisore non possa intendersi completa.

Editore: Ipsoa
Anno: 2016
€ 150,00 +IVA
Accreditato per Dottori commercialisti ed Esperti contabili: 10 cfp
La deontologia dell'avvocato - Principi generali

Il corso di autoformazione online, della durata di 1 ora, esamina – alla luce delle interpretazioni della Corte costituzionale, dei giudici di legittimità e delle pronunce del CNF - i principi disciplinati dal codice deontologico forense, ossia il documento che racchiude l’insieme delle norme che gli esercenti la professione forense devono rispettare nell’esercizio della professione e che si applica anche ai praticanti avvocati anche non abilitati al patrocinio.

Editore: Ipsoa
€ 35,00 +IVA
Accreditato per avvocati - 1 crediti formativo!
Il compenso dell'avvocato dalle tariffe ai parametri - Principi generali

ACCREDITATO PER AVVOCATI: 1 CREDITO FORMATIVO - Il corso di autoformazione on line, della durata di 1 ora, esamina i principi per la determinazione del compenso professionale dell’avvocato. La disciplina è stata oggetto, negli ultimi anni, di significativi interventi da parte del legislatore, a partire dal c.d. decreto Bersani del 2006, per proseguire con l’art. 3 del d.l. n. 138 del 2011, con l’art. 10, comma 12, della legge di stabilità 2012, con l’art. 9 del d.l. n.1 del 24.1.2012, conv. in l. 24 marzo 2012, n. 27, e da ultimo con l’art.13 della legge 31.12.2012 n. 247 (legge di riforma dell’ordinamento professionale) e dal decreto n. 55 del 10 marzo 2014.

PROGRAMMA DEL CORSO
1. Tariffe e parametri in generale

La “base” normativa dei parametri
Natura dei parametri e rapporto con la tariffa forense
Ambito di applicazione dei parametri
Spese documentate e spese forfettarie
Ricorso residuale ai parametri
Data di entrata in vigore dei parametri
Determinazione del compenso professionale
Gerarchia dei criteri di liquidazione del compenso

2. Disciplina transitoria
Prestazioni giudiziali nel processo civile

Applicazione retroattiva dei parametri
La retroattività dei parametri ed i precetti
Inapplicabilità dei parametri da parte del giudice

3. Strutturazione dei parametri
Parametri : strumento semplice per la determinazione del compenso
Tipologia di giudizi/procedimenti
Fasi processuali
Criteri di calcolo del compenso
Liquidazione per fasi
Indennizzo da irragionevole durata del processo, gratuito patrocinio, responsabilità processuale
Processo penale
Preventivo di massima
“Discrezionalità” nella liquidazione giudiziale del compenso
I parametri e il compenso dell’avvocato
I “modelli” ed i “criteri” di determinazione del compenso
Riferimento ai parametri ministeriali
Modelli per la determinazione del compenso
Patto di quota lite e palmario
Preventivo di massima ed obblighi informativi
Diritti di procuratore ed onorario di avvocato
Applicazione analogica dei parametri e limiti dell’analogia
Funzionari difensori PA
Avvocati iscritti nell’elenco speciale
Sconfinamento di attività professionale
Fondo spese

Editore: Ipsoa
Anno: 2015
€ 35,00 +IVA
+ 1 opzione di acquisto
Voluntary Disclosure: cosa cambia dopo la proroga

E’ arrivata la tanto attesa proroga della voluntary dislcosure. Il D.L. 153/2015 concede più tempo ai contribuenti per aderire alla procedura di colaborazione volontaria. Alla luce del recente intervento Legislativo e con un occhio a ciò che accade in Parlamento, faremo il punto sulla voluntary disclosure con particolare riferimento ai nuovi termini di adesione. Ma non solo. Analizzeremo le questioni che generano maggiori criticità nella gestione della procedura: l’assenza della documentazione e il rischio “nullità” della procedura, l’utilizzo del waiver, il raddoppio dei termini, il calcolo delle sanzioni, come giustificare i prelevamenti esteri. Proporremo inoltre due casi concreti, uno relativo all’immobile estero e l’altro al conto corrente estero, ponendo in essere i calcoli di imposte e sanzioni ed evidenziano le criticità nella compilazione dell’istanza e della relazione di accompagnamento.

Editore: Ipsoa
Anno: 2015
€ 40,00 +IVA
Anticorruzione per la pubblica amministrazione: prevenzione, responsabilità e sanzioni

Il Corso mira, da una parte ad avere una visione compiuta ed esaustiva della complessa disciplina dell’anticorruzione, anche alla luce dei fatti di cronaca degli ultimi anni e, dall'altra, ad essere in regola con la formazione obbligatoria prevista dalla legge anticorruzione. Fornisce infatti le nozioni atte a identificare il contenuto del Piano Nazionale Anticorruzione e tutte le nuove disposizioni che si sono succedute ed offre un quadro e chiaro e completo riguardo alla norma e al Piano Triennale Anticorruzione.

Editore: Ipsoa
Anno: 2016
€ 70,00 +IVA
Nuovo regime forfettario 2016

La Legge di stabilità 2016 ha introdotto un nuovo regime Forfettario, che presenta similitudini e novità rispetto a quello preesistente. Verranno quindi toccati gli aspetti che caratterizzano il nuovo regime, le condizioni richieste dalla norma per l'accesso, il regime agevolato di tassazione nonchè le diversae fattispecie di esclusione. Saranno affrontati altresì gli aspetti relativi ai collegamenti con gli altri regimi semplificati (minimi e forfettari), il passaggio da un regime all'altro n onchè la tempistica per l'adesione al nuovo regime. Il tutto sarà corredato da esempi e tabelle.

Editore: Ipsoa
Anno: 2016
€ 40,00 +IVA
Il nuovo codice appalti e concessioni - La fisionomia del nuovo codice: dai principi generali al contenzioso

Il corso di autoformazione on line esamina il decreto legislativo n. 50 del 2016, di attuazione delle direttive dell’Unione europea n. 23, 24 e 25 del 2014, che ha riscritto integralmente la normativa in materia di appalti pubblici ed è entrato in vigore Il 19 aprile scorso. E’ una disamina complessiva della portata delle nuove disposizioni nei vari ambiti disciplinati, con evidenziazione sia delle differenze rispetto alla precedente normativa, sia degli aspetti innovativi e caratterizzanti; il corso è aggiornato con gli ultimi comunicati ANAC in tema di entrata in vigore della nuova normativa.

Editore: Ipsoa
Anno: 2016
€ 30,00 +IVA
+ 2 opzioni di acquisto
Trust: recenti novità, utilizzo del trust, disciplina sostanziale di riferimento ed aspetti fiscali
Autori: Bargagli Marco

Nel corso saranno trattati i profili giuridici, fattuali e fiscali del trust come innovativo strumento di protezione del patrimonio mobiliare ed immobiliare. Le finalità del trust possono essere molteplici: amministrazione e protezione del patrimonio familiare da vicende imprenditoriali o familiari; tutela dei minori e dei soggetti incapaci, in deroga alle restrizioni previste dalle disposizioni testamentarie che prevedono godimenti limitati dei beni; tutela del patrimonio per finalità successorie, con destinazione a eredi specifici o a persone estranee alla famiglia; investimento in piani pensionistici o fondi comuni (trust fund anglosassoni). Saranno inoltre illustrati i profili fiscali del trust ed i correlati utilizzi ascrivibili a fenomeni di pianificazione fiscale aggressiva.

Editore: Ipsoa
Anno: 2016
€ 40,00 +IVA
LA REDAZIONE CONSIGLIA