carrello0

Ambienti Confinati - Pianificazione e gestione del lavoro in ambito civile ed industriale

Gestione pratica per le imprese

Autori Nicolucci Roberto
— WOLTERS KLUWER ITALIA — Anno 2013

Il motivo che trasforma un incidente all’interno di un ambiente confinato in un infortunio mortale è spesso riconducibile alla estrema variabilità del suo “stato” e alla scarsa percezione del rischio che questi luoghi trasmettono a chi vi entra, sia che si tratti di lavoratori occasionali che di lavoratori abituali; non solo, questa scarsa percezione investe molto spesso anche i soccorritori. Si deve purtroppo anche riconoscere che nel caso di moltissimi incidenti, ciò che ad una analisi condotta ex post è apparso ovvio ed evidente, non deve altrettanto esserlo apparso a chi, seppur in modo attento e scrupoloso, aveva condotto l’analisi di rischio preliminare.

In sintesi si potrebbe dire che gli aspetti caratterizzanti della quasi generalità degli ambienti confinati sono la frequente non riconoscibilità e “instabilità” di molti fattori di rischio.

Per raggiungere un elevato standard di sicurezza occorre abbandonare schemi di analisi del rischio rigidi per adottare un approccio più flessibile; se né l’esperienza né una solida preparazione teorica sono in grado di garantire certezze assolute, quanto meno possono entrambe contribuire a promuovere un atteggiamento consapevole e prudente.

Qualche dubbio da un punto di vista operativo trae peraltro origine anche dalla letteratura tecnico-scientifica - quasi esclusivamente disponibile in lingua inglese ed estremamente frammentaria – che sovente, a fronte di una data problematica, propone soluzioni non univoche, se non addirittura contrastanti. Per queste ragioni e per mille altre, neppure questo libro, che nasce con il proposito di iniziare a colmare la mancanza di un testo in lingua italiana capace di mettere assieme la teoria e la pratica delle attività lavorative svolte negli ambienti confinati, ha la presunzione di fornire risposte assolute ed esaustive sebbene si sia profuso il massimo impegno nel proporre nel modo più rigoroso possibile informazioni e dati sulla materia.

Occorre anche precisare che si tratta di una materia in cui si intrecciano competenze di varia natura per le quali sarebbe molto spesso necessario disporre, anche nella operatività quotidiana, del contributo di esperti di chimica, fisica, biologia, fisiologia, scienze naturali, geologia, sicurezza elettrica, bulk handling engineering, scienza dei materiali, sistemi di gestione, fire engineering, organizzazione dei processi produttivi, safety engineering, acustica, radioprotezione, psicologia, ecc., ma ciò, all’atto pratico, non risulta ovviamente possibile.

Ogni argomento trattato in questo libro, per la complessità e l’interesse che suscita, meriterebbe sicuramente un maggiore approfondimento e, probabilmente, ogni capitolo potrebbe espandersi fino a divenire un libro a sé.

Nella necessità di coniugare il rigore che la pericolosità di questi ambienti impone con gli aspetti pratici del lavoro, si è scelto di scrivere un manuale che affrontasse nel modo più approfondito possibile tutti i principali aspetti delle operazioni condotte in ambiente confinato pur senza avventurarsi in trattazioni scientifiche che avrebbero inutilmente appesantito la consultazione del testo.

La speranza è quella di fornire una serie di informazioni che consentano al neofita di avvicinarsi con responsabilità alla materia e a chi ha già esperienza di trarre nuovi spunti per affrontare con ancora maggiore consapevolezza una problematica che è riconosciuta essere tra le più complesse e subdole, ma per questo motivo anche tra le più affascinanti, dell’intero panorama della sicurezza occupazionale.

STRUTTURA
Cenni storici
Definizione ed esempi di spazio (o ambiente) confinato
Lli spazi adiacenti
Accesso ad un ambiente confinato
I programmi di ricerca in Nord America tra gli anni settanta e novanta del novecento
Rischi per la salute e la sicurezza
L'atmosfera terrestre
Ventilazione polmonare e respirazione cellulare
Le atmosfere sotto ossigenate
Le atmosfere sovra ossigenate
Principali parametri di controllo dell'atmosfera
L'incendio negli spazi confinati
L'esplosione delle polveri
Cause di ignizione degli incendi e delle esplosioni negli ambienti confinati
Il rischio chimico negli ambienti confinati
Il rischio biologico negli ambienti confinati
Altri rischi di natura fisica
Stati energetici e disenergizzazione degli ambienti confinati
La bonifica degli spazi confinati
La ventilazione: apparecchiature e modalità
Monitoraggio dell’atmosfera confinata: sensori e analizzatori di uso più comune
Monitoraggio dell’atmosfera confinata: modalità di esecuzione
Lo stoccaggio dei materiali granulari
Cantieristica navale e shipping
Ambienti confinati e luoghi conduttori ristretti
La protezione delle vie respiratorie ed altri dpi
Sistemi di comunicazione all'interno degli spazi confinati
Alcune considerazioni sull’analisi dei fattori di rischio
Allestimento del cantiere e corretta disposizione delle attrezzature di lavoro
I permessi di lavoro in spazio confinato
Requisiti minimi di idoneità psico-fisica e addestramento per i lavoratori che operano negli spazi confinati
La gestione dei soccorsi e l'addestramento dei soccorritori
Attività in remoto

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
ISL  Igiene & sicurezza del lavoro
€ 191,00 +IVA (-50%) € 96,00 +IVA
NEXTNext
Attendere prego