carrello0

eBook - Referendum costituzionale: uno sguardo d'insieme sulla riforma Renzi-Boschi

A cura di Costanzo Pasquale
Autori AA.VV .
— UTET GIURIDICA — Anno 2016

L'eBook delinea un quadro ragionato, e avulso da qualsiasi pregiudiziale, della revisione costituzionale “Renzi-Boschi” mediante l’illustrazione delle sue ragioni, dei suoi contenuti e delle sue probabili implicazioni.
Alla base dell’analisi, si colloca particolarmente il proposito di “accompagnare” il referendum con cui gli italiani saranno chiamati a scegliere tra Si e No, tra un passato noto, e per molti aspetti ricusato, ed un futuro che si esibisce come promettente, ma in certa misura imponderabile.

>> LEGGI UN ESTRATTO DELLA TABELLA COMPARATIVA TRA LA COSTITUZIONE VIGENTE ED IL TESTO DELLA RIFORMA COSTITUZIONALE

Il testo è strutturato in modo da ricomprendere tutti i profili toccati dalla riforma:
- la fine del bicameralismo paritario e la fisionomia del nuovo Senato
- il riassestamento della produzione legislativa statale e regionale, nonché la razionalizzazione del ricorso alla decretazione d’urgenza riflessa anche nell’introduzione della cd. corsia preferenziale per l’iniziativa del Governo
- l’intento di promozione di una maggiore partecipazione politica fuori e dentro i canali istituzionali
- un certo riassetto dei valori del regionalismo
- le conseguenti modifiche del funzionamento della giustizia costituzionale
- e, last but non least, le ricadute della riforma sulla stessa forma di governo.

Completa il lavoro una tabella comparativa tra la Costituzione vigente ed il testo della riforma costituzionale.
>> LEGGI UN ESTRATTO DELLA TABELLA COMPARATIVA TRA LA COSTITUZIONE VIGENTE ED IL TESTO DELLA RIFORMA COSTITUZIONALE


STRUTTURA DELL'E-BOOK

- Partecipare consapevolmente al referendum costituzionale (Pasquale Costanzo)
- Democrazia diretta e partecipazione popolare (c’è posto anche per internet?) (Pasquale Costanzo)
- Parlamento: il superamento controllato del bicameralismo paritario (Giovanni Piccirilli)
- La produzione legislativa: tra creatività e complessità (Paolo Zuddas)
- Il Presidente della Repubblica: meno “protagonista” ma pur sempre garante (Enrico Albanesi)
- Regioni: perché e come si cambia strada (Simone Scagliarini)
- Corte costituzionale: i nuovi impegni per gli anni a venire (Pasquale Costanzo)
- I “cari estinti”: organi ed enti a cui la riforma dice (davvero?) addio (Francesca Bailo)
- Governo: va ancora di moda Westminster? (Lara Trucco)
- Tabella comparativa tra la Costituzione vigente ed il testo della riforma costituzionale

Nota: Per tutti gli abbonati alla rivista Giurisprudenza Italiana oppure a il Quotidiano Giuridico, lo Speciale è compreso nel prezzo di abbonamento e può essere scaricato gratuitamente a questo link

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego