carrello0

Manuale di diritto e pratica doganale

Autori Fabio Massimo
— IPSOA — Anno 2016

Il volume, giunto alla sesta edizione, tiene conto della recente entrata in vigore del Codice Doganale Unionale (Reg. UE n. 952/2013 del 9 ottobre 2013 – CDU), declinandone tutte le novità procedurali e sostanziali. A questo riguardo, il testo contempla la riconsiderazione globale del rapporto doganale per effetto dell’introduzione dei nuovi istituti unionali e dei regimi speciali, nonché dei sistemi di appuramento telematico ECS (Export Control System) ed EMCS (Excise Movement Control System), in materia di accise.

Grande rilevanza è stata data alle peculiarità del regime AEO (Authorized Economic Operator) e alle esclusive opportunità che ora il particolare status potrà concedere solo alle aziende certificate nelle transazioni internazionali, per effetto delle nuove disposizioni del CDU.

Il testo illustra casi pratici su aspetti controversi dell’applicazione della norma unionale, quali le royalties in importazione, la disciplina dei depositi “virtuali”, le determinazioni di origine, esaminando la disciplina del “made in Italy” e le criticità della movimentazione della merce con origine preferenziale. Affronta, inoltre, argomenti peculiari del commercio internazionale quali le segnalazioni antiriciclaggio, la controversa questione penale della fallace indicazione di origine, le problematiche relative all’etichettatura delle merci, e la disciplina dei prodotti dual use.

In tema di valore delle merci, ampio spazio è stato dato all’analisi dei profili di daziabilità dei diritti di licenza e degli “apporti” con evidenza di prassi nazionale e recentissima giurisprudenza. Inoltre, il manuale contempla le soluzioni operative per la riconciliazione in dogana dei Transfer Pricing adjustments, propugnate dalla World Customs Organization e dalla International Chamber of Commerce.

In definitiva, il manuale illustra come la nuova impostazione del CDU conceda ora la possibilità per gli operatori di dare una svolta organizzativa alle operazioni di import/export, eliminando ogni supporto cartaceo, centralizzando le attività di sdoganamento, riducendo sensibilmente l’incidenza dei controlli. Parimenti, con la nuova impostazione data dalla corrente disciplina, il lavoro delle Autorità è stato facilitato per effetto della possibilità di avvalersi di migliori strumenti di conoscenza dei traffici (e degli operatori autorizzati) e consentirà agli Uffici di meglio sostenere gli scambi legittimi che dovranno essere agevolati.

STRUTTURA

1. Diritto comunitario e la disciplina doganale
2. Classificazione
3. Origine delle merci
4. Valore in dogana
5. Rapporto doganale
6. Dichiarazione doganale
7. Rappresentanza
8. Immissione in libera pratica (importazione definitiva)
9. Esportazione definitiva
10. Dalla riforma del 2001 al nuovo codice doganale dell'unione
11. Transito e regime tir
12. Deposito doganale
13. Perfezionamento attivo
14. Perfezionamento passivo
15. Ammissione temporanea e uso finale
16. Zone franche
17 .Circolazione dei prodotti sottoposti ad accisa
18. Procedure semplificate
19. Electronic data interchange
20. Incoterms
21. Attività di controllo a tutela degli interessi
22. Disposizioni particolari
23. Contraffazione dei prodotti agroalimentari e gli strumenti di tutela
24. Certificazione Aeo – authorized economic operator

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
PREVIOUSPrevious
Iva, intrastat, dogane
€ 55,00 (-15%) € 46,50
Novità
€ 14,90 +IVA (-20%) € 11,90 +IVA
Novità
€ 35,00 (-14%) € 30,00
Novità
€ 145,00 (-15%) € 123,50
NEXTNext
Attendere prego