Calcolo e liquidazione di danni, interessi e rivalutazione - Rossetti Marco - Libri - Ipsoa | ShopWKI
carrello0

Calcolo e liquidazione di danni, interessi e rivalutazione

Volume + Software DIR-Danni, Interessi, Rivalutazione

Autori Rossetti Marco
— IPSOA — Anno 2015

Il volume offre un panorama chiaro ed efficace dei principi e delle regole applicative che disciplinano la liquidazione del danno patrimoniale e di quello non patrimoniale, nelle loro più frequenti manifestazioni: il danno biologico, il danno da morte, il danno da incapacità di lavoro, la mora.
Ciascuna di queste tipologie di danno viene illustrata sotto tre aspetti: cos’è, come si accerta e come si liquida.
Ampio spazio viene dedicato ovviamente alla giurisprudenza, della quale sono illustrati separatamente i principi consolidati ed i contrasti irrisolti.

> LEGGI IL CAPITOLO "LE OBBLIGAZIONI DI VALUTA"

Il volume è accompagnato dal software DIR-Danni, interessi, rivalutazione, un prodotto che non ha eguali nell’editoria giuridica, in quanto non è solo un programma per la liquidazione del danno, ma un potente strumento di gestione delle pratiche risarcitorie e di apprendimento della materia.

Il software consente ogni tipo di liquidazione, sia con riferimento alle obbligazioni di valore (danno patrimoniale, danno biologico, danno morale), sia a quelle di valuta (computo di tutti i saggi di interessi e di tutti i tipi di credito: interessi convenzionali o legali; calcolo del maggior danno ex art. 1224, comma 2, c.c.; interessi legali speciali; crediti singoli, periodici e ricorrenti; anatocismo semplice e bancario; calcolo automatico dell’usurarietà del saggio di interessi convenzionale); consente inoltre la corretta liquidazione di tutti i tipi di danni da morte: sia jure proprio che jure haereditario ed infine consente la capitalizzazione dei danni permanenti (riduzione della capacità di guadano); lo sconto dei danni futuri, la rivalutazione dei danni passati.

DIR, inoltre, fa altre tre cose ancora:

  • calcola la prescrizione del diritto al risarcimento
  • consente la compilazione dell’atto introduttivo del giudizio (in materia di danni da circolazione stradale)
  • assiste il giurista nelle operazioni di liquidazione, informandolo dell’esistenza di contrasti giurisprudenziali o suggerendo quale sia il modo giuridicamente corretto di eseguire tale attività.

I punti di forza di DIR

Contenuto: DIR non è solo un programma per la liquidazione del danno, ma un potente strumento di gestione delle pratiche risarcitorie e di apprendimento della materia. Consente ogni tipo di liquidazione, sia con riferimento alle obbligazioni di valore, sia a quelle di valuta; consente inoltre la corretta liquidazione di tutti i tipi di danni da morte: e la capitalizzazione dei danni permanenti; lo sconto dei danni futuri, la rivalutazione dei danni passati.

Utilità aggiuntive: calcola la prescrizione del diritto al risarcimento; consente la compilazione dell’atto introduttivo del giudizio; assiste il giurista nelle operazioni di liquidazione.

Flessibilità DIR consente di scegliere tra più opzioni liquidative, offrendo così all’utente quella più consona ai propri legittimi interessi, confrontando le varie alternative possibili ed inoltre consente all’utente di personalizzare qualsiasi tipo di calcolo.

Autorevolezza il programma DIR è stato interamente concepito dal dott. Marco Rossetti, ritenuto uno dei massimi esperti in tema di risarcimento del danno e assicurazione e costituisce il frutto di una pluridecennale esperienza concreta maturata nelle aule di giustizia, ed è stato pensato proprio tenendo conto degli innumerevoli casi e problemi che possono in concreto presentarsi nelle controversie giudiziarie.


PIANO DELL’OPERA

Capitolo I: I danni da lesione della salute

1. Il danno biologico
1.1. Nozione
1.2. Fondamento normativo
1.3. Contenuto
1.4. Accertamento
1.5. Liquidazione
2. Il danno non patrimoniale per le lesioni subite dal congiunto
3. I danni patrimoniali
3.1. Il danno da riduzione del reddito
3.2. Accertamento
3.3. Liquidazione del danno patrimoniale. Danno passato e danno futuro
3.4. Il danno per spese mediche
4. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Capitolo II: I danni da morte

1. I danni non patrimoniali da morte del congiunto
1.1. Forme di manifestazione del danno non patrimoniale da morte
1.2. I soggetti legittimati a domandare il risarcimento
1.3. I criteri di liquidazione
1.4. Danno morale e suicidio del leso
2. I danni patrimoniali “iure prioprio”
2.1. La perdita delle contribuzioni erogate dal defunto
2.2. Morte del congiunto e “compensatio lucri cum damno”
2.3. Le spese funerarie
3. Acquisizione “iure haereditario” del diritto al risarcimento
3.1. Liquidazione del risarcimento acquisito “iure haereditario”
3.2. Il c.d. “danno da perdita della vita”
3.3. La perdita delle “chances” di sopravvivenza
4. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Capitolo III: I danni da ritardato adempimento

1. Gli effetti del ritardato adempimento delle obbligazioni
1.1. Premessa: obbligazioni di valuta ed obbligazioni di valore
2. Le obbligazioni di valuta > LEGGI SUBITO QUESTO CAPITOLO!
2.1. Gli interessi
2.2. Il ritardato adempimento
2.3. Il maggior danno ex art. 1224, comma 2, c.c.
2.4. La legge antiusura
2.5. Il pagamento di acconti e l’imputazione
2.6. I crediti di lavoro
2.7. I crediti previdenziali
2.8. Ritardato adempimento e fallimento del debitore
3. Le obbligazioni di valore
3.1. Il pagamento di acconti
4. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Capitolo IV: Matematica per il giurista

1. Premessa
2. La rivalutazione
3. Lo sconto
4. La capitalizzazione
5. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

 
ACQUISTA INSIEME
LA REDAZIONE CONSIGLIA
Attendere prego